PIAZZA ARMERINA: IL COMUNE FA CHIAREZZA SULL’APERTURA NUOVE ATTIVITA’ COMMERCIALI

Per aprire una attività commerciale con una superficie adibita al commercio di dimensioni non superiori ai 150 metri quadrati (esercizio di vicinato), per la vendita di alimentari e non , non è necessaria alcuna autorizzazione, ma la semplice comunicazione di inizio attività. A fare chiarezza sulle norme che regolano la materia, a seguito di controversie interpretative con la Camera di Commercio di Enna, è il Settore Attività Produttive del Comune di Piazza Armerina che si è attivato presso il competente assessorato regionale, al fine di stabilire in maniera inequivocabile gli adempimenti necessari per iniziare un’attività commerciale. Con nota del 26 aprile scorso indirizzata all’Amministrazione comunale, che aveva posto il quesito, il Dirigente Generale del Dipartimento delle Attività Produttive dell’Assessorato regionale ha risposto ribadendo che l’apertura di un esercizio di vicinato, sia del settore alimentare che non alimentare, non è soggetta ad autorizzazione, ma “esclusivamente” a semplice comunicazione di inizio attività con effetto immediato.

Analoga determinazione è stata espressa per l’apertura di pubblici esercizi che non siano soggetti a numero limitato, dove sia prevalente l’attività di trattenimento e svago, per i quali si applica l’istituto della comunicazione di inizio attività.

About Post Author