MORGANTINON: 2^ EDIZIONE DEL CONCORSO SULL’OLIO D’OLIVA

Nel prossimo mese di Settembre AIDONE diventerà protagonista di grandi eventi culturali come l’inaugurazione degli splendidi ARGENTI ELLENISTICI di MORGANTINA presso il Museo archeologico (ex-Chiesa dei PP. Cappuccini). Per tale occasione l’Amministrazione comunale retta dal Sindaco dr. Filippo GANGI e l’impegno  dall’Assessore alla Agricoltura Giovanni Furcas  con il Responsabile della SOPAT nr. 47 per.agr. Dario D’Angelo , intende attuare la seconda edizione del Concorso sull’olio d’oliva MORGANTINON ,al fine di potere valorizzare il ricco territorio comunale di Aidone che grosso modo rispecchia la Khorà dell’antica polis siculo- ellenizzata  (ndr. estensione totale di  21-25.ooo ettari). Attraverso i dati archeologici,  sappiamo che  durante il periodo di Re Gerone II (275-215 a.C) la polis di MORGANTINA raggiunse il suo massimo sviluppo per la ricca produzione di cereali,vino e l’olio. Ebbene questo Concorso sull’olio extra-vergine d’oliva riservato ai produttori delle Province interne di Enna e Caltanissetta potrà incentivare la piccola impresa agricola giovanile puntando soprattutto ad una alta qualità.
Secondo recenti studi effettuati con delle analisi su reperti archeologici  depositati al Museo di Aidone , l’olio prodotto a Morgantina veniva trasportato con le navi adeguatamente collocato in alcune  anfore presso la grande polis di Alessandria d’Egitto alla ricca corte dei Tolomei.
Uno dei tanti motivi fù che  l’olio   prodotto sul territorio nord-africano serviva principalmente alla popolazione punica  di Cartagine impegnata contro la nemica Roma che in quel periodo (278-241 a.C) aveva inviato diverse  legioni romane  in Sicilia.
L’agricoltura venne in un certo senso riscoperta dai Romani (un popolo di pastori guerrieri)  infatti Marco Porcio Catone scrisse la sua opera DE AGRICOLTURA sulla base delle sue attente osservazioni fatte in Sicilia sul ciclo produttivo già istituito dal saggio Monarca Gerone II la cosidetta LEX JERONICA.
C’è da rilevare che il  Pretore romano Marco P.Catone aveva girato per tutta l’Isola e molto probabilmente  soggiornò a Morgantina , una polis provvista  di  Granai e diversi magazzini per la conservazione dell’olio e del vino.
Il programma approvato dall’A. C per questo Concorso prevede anche un Seminario con la partecipazione di molti esperti nel settore al fine di sensibilizzare gli olivicoltori e i titolari degli impianti di trasformazione per razionalizzare al meglio le loro  tecniche e migliorare la qualità dell’olio.

D’altronde per favorire la conoscenza dell’olio da parte dei consumatori è molto importante testare  i migliori oli extra vergine d’oliva della nostra REGIONE SICILIA che  ha gran parte del territorio incontaminato e in alcune zone dell’interno come quella di AIDONE-MORGANTINA  ci sono delle piante d’ulivo di almeno 400-500 anni.
Lo sviluppo della  nostra Regione  è legato alla STORIA-ARCHEOLOGIA – TURISMO
e quindi serve un’ agricoltura di qualità per avviare tanti giovani ad un’attività
lavorativa( molto spesso sottovalutata e dimenticata ).
Unitamente e al Concorso sarà attuato il Progetto,redatto dal responsabile dell’Archivio storico comunale Umberto Digrazia  , in collaborazione  con i docenti e gli studenti dell’Istituto professionale Agrario di Aidone per una mappatura di tutto il territorio comunale  di Aidone con l’indicazione esatta del numero di piante d’olivo per ogni azienda agricola e soprattutto con la compilazione di un’apposita scheda per la tipologia dell’olio al fine di avviare un marchio certificato per la produzione biologica.

Umberto Di Grazia

About Post Author