CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI TEMI DEL DOPING. ON-LINE IL GIORNALE DELLA SCUOLA MEDIA “NINO SAVARESE”

Print Friendly, PDF & Email

Mille studenti di 47 classi in 19 scuole medie inferiori d’Italia si sono trasformati in giornalisti per realizzare il nuovo progetto dell’Uisp “Sport pulito/Inviati sul campo”, finanziato dal Ministero della Salute – CVD, Commissione per la vigilanza e il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive, nell’ambito del programma “Campagne di informazione/formazione per la tutela della salute nelle attività sportive e di prevenzione del doping”. L’iniziativa, avviata a gennaio 2010, prevedeva infatti la realizzazione di un giornale.  E’ disponibile on-line su www.doping.uisp.it anche il giornale realizzato dagli alunni della scuola media “Nino Savarese” di Enna, coordinati dalla giornalista e responsabile locale del progetto, Laura Bonasera e supportati dall’insegnante referente, Adriana Ridente. Tre classi (3B, 3C, 3F), più di 50 ragazzi. Si sono trasformati in redattori scientifici e giornalisti alla ricerca di notizie nelle società sportive, nelle palestre, nelle farmacie, nelle erboristerie, intervistando atleti, tecnici e allenatori, medici dello sport. Sedici pagine, formato “l’Unità” (a breve disponibili in cartaceo) raccolgono i risultati del percorso di “scoperta” del mondo dello sport territoriale e dei suoi protagonisti, oltre che dei principi dello sport, della piaga del doping e dell’inquinamento farmacologico. Un progetto, che come il precedente “Mamma, parliamo di doping”, è stato costruito per dare centralità ai ragazzi, rendendoli protagonisti nell’ideazione di prodotti comunicativi per sviluppare riflessioni e acquisire conoscenze in piena autonomia, trasformandole in convinzioni e riferimenti valoriali che rimarranno sicuramente un loro patrimonio. La sperimentazione di quest’anno, portata avanti dal Comitato provinciale di Enna, presieduto da Vincenzo Bonasera, ha concentrato l’attenzione su alcuni temi specifici come l’uso e abuso di integratori proteici e additivi farmacologici anche se non compresi tra le sostanze vietate che potremmo definire “presupposti culturali del doping”.  

A sottoporsi ad una intervista sono stati Carmela Di Marco dell’Aisla, il medico dello sport e ispettore antidoping Angelo Sberna, il chinesiologo Valerio Mingrino, il farmacista Salvatore Ingrasciotta, l’erborista Carlotta Salamone, il cronista sportivo Riccardo Caccamo, il giovane atleta diversabile Arturo Palma, l’esperta in pubblicità Loretta Bonasera, gli atleti Mario Mancuso, Giorgio e Riccardo Alessi, gli ex – atleti, allenatori e dirigenti sportivi Anatoli Menshikov, Renato Estero, Nanni Di Mario e Paolo Patrinicola, il gestore di palestra Walter Nasonte, il docente Dario Cordovana.

Tutti i giornali saranno presentati a Genova venerdì 21 maggio ai Magazzini del Cotone del Porto Antico, all’interno del programma della Festa dello Sport (in programma dal 20 al 23 maggio) e raccolti in un’unica pubblicazione che possa testimoniare il loro impegno per uno sport pulito, per il rispetto delle regole e per la legalità, contro il fenomeno del doping entrato ormai anche nelle attività amatoriali.

La campagna Uisp prevede anche una valutazione di efficacia dell’intervento, attraverso questionari all’inizio e al termine della sperimentazione rivolti agli studenti riguardanti i loro stili di vita. Poi, le interviste effettuate dai ragazzi ai loro genitori e agli allenatori.

Related posts