ELEZIONI AD ENNA: LA CITTA’ VIENE RICOPERTA DA MANIFESTI ELETTORALI ABUSIVI. LA PREFETTURA ORGANIZZA RIUNIONE CON I RAPPRESENTANTI DEI PARTITI POLITICI

Con riferimento alle prossime elezioni Amministrative che si terranno nei Comuni di Enna, Agira, Pietraperzia e Valguarnera il 30 e 31 maggio, con eventuali turno di ballottaggio del 13-14 giugno la legge prevede che la propaganda elettorale si svolga in modo da non arrecare turbamento alle normali attività della cittadinanza e della quiete pubblica ed in una atmosfera di reciproco rispetto tra i concorrenti. A tal fine si è tenuta il 13 u.s. una riunione in Prefettura con i rappresentanti dei partiti e dei movimenti politici presenti in provincia al termine della quale è stato redatto un apposito Disciplinare in cui vengono richiamate tutte le disposizioni normative che disciplinano la propaganda elettorale e vengono riproposte le direttive  e  gli adempimenti  a cui i partiti politici dovranno  scrupolosamente attenersi; in particolare è stato sottolineato il divieto di affissioni non autorizzate e scritte abusive deturpanti edifici pubblici e privati, argini stradali e infissi; ciò a tutela del patrimonio artistico, archeologico, dell’arredo e del decoro urbano. L’argomento delle elezioni è stato affrontato altresì nel corso del Comitato Provinciale Ordine Sicurezza Pubblica del 12 maggio scorso nel corso del quale è stata disposta la massima vigilanza delle Forze di Polizia con il concorso delle Polizie municipali durante tutto il periodo elettorale con particolare riguardo al controllo sul rispetto delle norme in materia di affissioni della propaganda elettorale che è consentita solo negli appositi spazi assegnati dal Comune.
Si ricorda che la affissione selvaggia è punita dalla legge e comporta la immediata rimozione dei manifesti abusivi

About Post Author