IL CONSIGLIERE PROVINCIALE SEBASTIANO NICASTRO SCRIVE AI VERTICI DI ACQUAENNA E DELL’ANAS

Con due note distinte , inviate a due diversi destinatari, in particolare all’amministratore delegato dell’Acqua Enna e al responsabile dell’Anas Sicilia,  il consigliere Sebastiano Nicastro denuncia  due problematiche di interesse generale che riguardano rispettivamente l’interruzione del servizio idrico senza nessun preavviso agli utenti morosi e lo stato in cui versano le strade statali nel territorio provinciale. In merito alla questione riguardante il distacco dei contatori da parte dell’Ato Idrico agli utenti morosi  il consigliere –si legge nella nota-“ manifesta il suo totale disappunto in quando tale provvedimento è stato messo in atto senza un preavviso scritto attraverso il quale gli interessati avrebbero potuto effettuare le dovute contestazioni o le regolarizzazioni. Tutto ciò – spiega Nicastro- ha  ulteriormente penalizzato le famiglie che già vivono in situazioni disperate costrette a sostenere ulteriori spese”. Il consigliere chiede ai vertici di Acqua Enna di avviare un preavviso scritto di almeno cinque giorni prima di procedere alla sospensione di un servizio indispensabile. Al responsabile dell’Anas, inoltre,  Nicastro denuncia un annoso e cronico problema che riguarda lo stato di abbandono in cui versano le strade statali.
“ Gli automobilisti vanno incontro giornalmente a seri pericoli – scrive nella nota- per la precaria o inesistente segnaletica sia orizzontale che verticale, per la mancanza di catarifrangenti, per la presenza di arbusti ed erbacce che restringono la corsia di marcia e per la manutenzione del manto stradale anche all’interno dei centri abitati di competenza dell’Anas. Il consigliere sollecita interventi risolutivi per assicurare l’incolumità degli automobilisti.  “ Non voglio fare né demagogia né  portare avanti interessi campanilistici – conclude Nicastro- ma invito gli enti locali, provinciali e regionali a lavorare attivamente in sinergia per il bene comune”.

About Post Author