ELEZIONI UNIVERSITARIE: OTTIMO RISULTATO DELLA NICOSIANA MARIA GIOVANNA SCANCARELLO.

Print Friendly, PDF & Email

Per la terza volta consecutiva l’associazione Hercules riesce a superare, alle elezioni universitarie di Catania, quota mille voti. A rappresentare l’associazione è stata Maria Giovanna Scancarello candidata al consiglio d’amministrazione dell’ERSU(ente regionale siciliano universitario), che oltre ad essere stata l’unica donna candidata agli organi superiori della lista “Università libera ed eccellente”, è stata la candidata ennese più votata con 1010 voti. Buon risultato dell’altro studente nicosiano candidato, Ivan Bonomo, con 333 preferenze personali. “È stato per me un grande onore, – dichiara la candidata Scancarello- quello di rappresentare un gruppo che vanta più di 70 persone candidate ai vari consigli di facoltà che hanno sostenuto la mia candidatura; sono sicura che questo risultato ci darà più forza per continuare a far sentire la nostra voce.” “Siamo molto soddisfatti – dichiarano i responsabili universitari dell’associazione, Antonio Pagliazzo (attuale consigliere di facoltà in Scienze MM.FF.NN), Giuseppe Scaminaci (già consigliere di corso di laurea in Agraria), e Giacomo Giaimi (attuale consigliere agli Organi Superiori e alla Consulta universitaria) –  perché non siamo più una sorpresa ma rappresentiamo una realtà ennese all’Università di Catania.”  I due coordinatori dell’associazione Hercules –Luca Giaimi e Salvo Castello- affermano che questo risultato è frutto del lavoro svolto in tutti  questi anni sia all’Università che nel territorio ( dove l’associazione è presente con 3 consiglieri comunali tra Nicosia e Sperlinga). Il consenso ottenuto dall’associazione, composta da un gruppo di giovani cresciuti all’interno della segreteria dell’Onorevole Edoardo Leanza, malgrado la mancata elezione diretta della candidata, ci stimola a continuare, consapevolmente, il nostro impegno volto a valorizzare il territorio cittadino e di tutta la provincia, e a garantire i diritti degli studenti ennesi in un progetto da tempo avviato insieme al Magnifico rettore dell’Università di Catania.

Related posts