“SPORT PULITO – INVIATI SUL CAMPO”: IL GIORNALE DELLA “NINO SAVARESE” IN UNA MAXI PUBBLICAZIONE NAZIONALE

Print Friendly, PDF & Email

E’ stato uno dei giornali più apprezzati a Genova, dove il 21 maggio ai Magazzini del Cotone del Porto Antico, all’interno del programma della Festa dello Sport, sono stati presentati e distribuiti 100 elaborati delle 19 scuole medie inferiori d’Italia che hanno aderito alla campagna dell’Uisp “Sport pulito/Inviati sul campo”, finanziato dal Ministero della Salute – CVD, Commissione per la vigilanza e il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive.  Il giornale (500 copie in tutto) realizzato dalla scuola media “Nino Savarese” di Enna, sedici pagine, formato “l’Unità”, realizzato dagli alunni delle classi 3B,C ed F, è stato presentato ieri pomeriggio durante la festa di fine anno della scuola davanti ad una platea di genitori e insegnanti di tutto l’istituto nella sezione del programma dedicata alla legalità. A presentarlo, la giornalista e responsabile del progetto per il comitato provinciale Uisp di Enna, Laura Bonasera, la docente referente Adriana Ridente e due rappresentanti degli alunni (Gianluca Buongiorno e Marika Sutera) che si sono fatti cronisti per incontrare, intervistare e raccontare attraverso i protagonisti il mondo dello sport territoriale e la piaga del doping e dell’inquinamento farmacologico testimoniando l’ impegno per uno sport pulito, per il rispetto delle regole e per la legalità, contro il fenomeno del doping entrato ormai anche nelle attività amatoriali. “ Nell’amatoriale si fa molto uso di integratori e cannabis” – ha detto Gianluca.

Non solo il giornale, ma anche la maxi – pubblicazione Uisp, un librone che raccoglie tutti i giornali d’Italia (240 copie sparse per tutta la penisola) sono stati oggetti di esposizione nella piccola mostra dei prodotti educativi realizzati dell’anno scolastico che sta per concludersi allestita nell’aula di tecnica. Un centinaio di copie del giornale verranno distribuite a scuola, nelle palestre e tra gli sportivi che hanno collaborato all’iniziativa.

La campagna Uisp che ha previsto anche una valutazione di efficacia dell’intervento, attraverso questionari all’inizio e al termine della sperimentazione rivolti agli studenti riguardanti i loro stili di vita oltre che le interviste effettuate dai ragazzi ai loro genitori e agli allenatori non finisce qui. A novembre 2010 la referente scientifica di questo monitoraggio, la professoressa Caterina Pesce, docente all’Università degli Studi di Roma “Foro Italico” presenterà i risultati e il presidente del comitato provinciale Uisp di Enna, Vincenzo Bonasera, annuncia già una tavola rotonda che metta in rete istituzioni, associazioni, sportivi, scuole, medici, università per riflettere e programmare nuove strategie d’intervento insieme allo staff nazionale Uisp.

Related posts