PIAZZA ARMERINA: IMPIANTO FOTOVOLTAICO SUI TETTI DELLA SCUOLA MEDIA RONCALLI

Print Friendly, PDF & Email

La Giunta Municipale nella seduta del 21 giugno ha approvato il progetto di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica da realizzare sui tetti della scuola media Roncalli. Il progetto redatto dai tecnici dell’Ufficio Protezione civile e Ambiente è stato inviato già stamattina al Ministero per lo sviluppo economico che aveva pubblicato un avviso pubblico per finanziare “interventi a sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili nell’ambito dell’efficientamento energetico degli edifici e utenze energetiche pubbliche o a uso pubblico”. Il progetto prevede la collocazione sui tetti della scuola di 225 pannelli che coprono una superficie complessiva di 360 mq e capaci di produrre 68 mila kWh. «Con questo primo progetto iniziamo a dare concretezza alle politiche di rispermio energetico e  la nostra città comincia a contrinuire alla riduzione di CO2 in atmosfera – afferma il Sindaco Fausto Carmelo Nigrelli. Fin dall’insediamento della mia amministrazione ci siamo occupati della questione energetica a cominicare da un primo studio che affidammo ad AzzeraCO2. il 2010 potrebbe essere l’anno della svolta. Infatti se il Ministero finanzierà questo primo progetto riusciremo a produrre energia con una fonte ad alto rendimento che creerà risparmio, ridurrà l’immisisone di CO2 in atmosfera e sarà un progetto-pilota. Inoltre nelle prossime settimana pubblicheremo un bando per inserire nell’impianto di pubblica illuminazione dei sistemi elettronici che porteranno a una riduzione dei consumi del 65%.»

L’azione antinquinamento dell’Amministrazione comunale non si ferma agli impianti di produzione di energia, ma è estesa anche a più piccolie ma significative azioni. Nei prossimi giorni verranno consegnate al comune cinque automobili necessarie per rinnovare il parco vetture a disposizione degli uffici. Quattro Panda e una Fiat Sedici a GPL verranno messe a disposizione dei vari settori dell’Ufficio tecnico e dell’Ufficio Politiche sociali.

«l’azione sull’energia assumerà una sempre crescente valenza di sistema – afferma Nigrelli – al punto che sto valutando se costituire uno specifico servizio che si occupi di politiche energetiche che potrebbe anche prevedere una figura di energy manager. Queste azioni hanno non solo una valenza economica, ma anche culturale perché mostrano come i tempi per le energie alternative siano ormai maturi.»

Related posts