VENERE DI MORGANTINA. PRONTO IL PROGETTO ESECUTIVO

Print Friendly, PDF & Email

Sull’arrivo della Venere di Morgantina, previsto per il prossimo marzo 2011, interviene  il presidente della Provincia, Giuseppe Monaco, il quale sgombra il campo da equivoci sorti a seguito di una polemica a mezzo stampa dei giorni scorsi.”Mi preme  intervenire sulla vicenda poiché l’arrivo della Venere sta a cuore a questa Amministrazione, in quanto rappresenta il fulcro per il rilancio concreto del turismo nel territorio ennese. Respingo con forza ogni accusa a carattere esclusivamente strumentale   che mi si addossa, poiché stiamo lavorando alacremente per essere  degnamente pronti a  realizzare quello che sarà l’evento del  secolo per la provincia  di Enna, ma anche per tutta la Sicilia.  Innanzitutto voglio precisare che il tempo passato non è stato infruttuoso poiché è servito a reperire le somme relative  agli interventi necessari  all’accoglienza del reperto e alla sua fruibilità. La Regione siciliana ha difatti ottenuto  un milione e 800 mila euro dai fondi della  Lottomatica. E’ evidente che senza tale stanziamento ogni progetto sarebbe risultato vano. Inoltre il Comune di Aidone la prossima settimana definirà il progetto esecutivo  per la ristrutturazione della chiesa di san Domenico, luogo in cui sarà collocata la Venere. In funzione di cio’, giorno primo luglio l’assessore regionale ai Beni culturali,  Gaetano Armao, si intratterrà tutta la giornata alla Provincia per definire, nei dettagli, il piano esecutivo al fine di dare corso alle opere. Da quel momento scatterà il conto alla rovescia e ci impegneremo tutti,questa Amministrazione in testa, a rispettare i tempi, lavorando senza soluzione di continuità. Ciò che colpisce è il livore  che  si avverte nelle esternazioni apparse sui quotidiani. Gli attacchi rivoltimi, ovviamente di  parte,  lasciano il tempo che trovano. Le nostre scelte, in merito alla macchina organizzativa,  si concentrano su diversi livelli su cui operare. Pertanto invito chi trova il tempo di lanciare accuse gratuite a rimboccarsi le maniche ed impegnarsi poichè, ognuno per la sua parte, se avrà una coscienza politica, potrà contribuire a questo progetto a carattere internazionale che non ha etichette, né appartenenze, ma  mira a realizzare un grande e ambizioso progetto per tutta la collettività ennese.

Related posts