AIDONE: CONFUSIONE E STALLO NELLA GIUNTA “GANGI”

Grande preoccupazione per la situazione amministrativa locale all’interno  del  gruppo di minoranza “alessi – lo monaco”, nonche’ fra i componenti del  Crescendo “comitato di base”. e’ quanto esterna salvino cali’ rappresentante della “fiamma tricolore” in Aidone, dopo una riunione con i soggetti prima citati. “la realta’ e’ una sola ed e’sotto gli occhi di tutti”, afferma salvino cali’, “non si delinea nessuna scelta politica volta a capovolgere una situazione di Stallo amministrativa”. Le passate elezioni comunali, erano state motivo di Grande stimolo nella speranza che si sarebbero potuto attuare progetti e Sinergie importanti per dare lustro ad una collettivita’ aidonese gia’  Sofferente ma speranzosa che il tanto atteso rientro “acroliti – argenti” e Poi  “venere” avrebbe influito sull’economia locale.
Ad oggi la lista civica “rinascimento aidonese” con gangi sindaco, sta solo Delineando scenari fallimentari, visto che all’interno della stessa siamo in Presenza di gruppi, partiti lacerati da divisioni interne (p.d.) e da singoli Soggetti che non dimostrano di avere un quadro politico unitario e nemmeno Capacita’ progettuali ed amministrative efficienti. A tal proposito, si rimarca la spaccatura della maggioranza sulla votazione di
Un emendamento riguardante somme da destinare al consiglio comunale. In tale Occasione con un intervento del sindaco e dell’assessore al bilancio, si Definiva l’atto come superfluo ed oneroso per le casse comunali. L’esponente comunale della “fiamma tricolore” ribadisce che il p.d. nonostante La presenza in giunta di una figura storica del partito stesso, ovvero, Enzo Lacchiana (vice sindaco ed assessore alle attivita’ produttive), non incide in Maniera seria nella vita di governo, continuando a farsi carico di una  Situazione gravosa ed inacettabile per tutta la collettivita’. Dimettetevi!!!!!! Stanno aspettando i nostri amministratori con la loro maggioranza a fare  Chiarezza, soprattutto tra le linee del   p.d. dove sono stati eletti sei
Consiglieri comunali e dove vi e’ pure la presenza di un  segretario di Partito, che continua a stare in totale silenzio.
“cari amministratori” conclude Salvino Cali’ “stare separati in casa porta  Solo a manifestare disinteresse ed a provocare danni irreparabili nei confronti  Della  propria comunita’ aidonese”. A questo punto, un bagno di umilta’, Trascorso, oramai, piu’ di un anno dall’insediamento, ci si chiede che cosa

About Post Author