“PRELEVAVA LA DROGA – NASCOSTA NELL’ABITAZIONE AL “FRESCO” PER CEDERLA AD ALTRI: LEONFORTESE ARRESTATO”

Nel pomeriggio di ieri, nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, gli uomini del Commissariato di P.S di Leonforte. – diretti dal Commissario Capo Dott. Salvatore Tognolosi – hanno proceduto all’arresto di un ragazzo leonfortese CREMONA Angelo, classe ’77, poiché resosi responsabile di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e cocaina. In particolare, gli uomini del Commissariato, nel pomeriggio di ieri, nell’ambito di un ampio servizio, effettuato in diversi giorni, finalizzato alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, procedevano all’arresto del CREMONA in flagranza di reato ed alla segnalazione per uso personale di altri giovani di Leonforte ed Agira. Il CREMONA, infatti, era stato notato mantenere un atteggiamento sospetto, transitando in luoghi frequentati da soggetti gravitanti nella sfera della cessione illecita di sostanze stupefacenti.  Al riguardo, il giovane era stato notato,  anche iere nel centro di Agira a bordo della propria autovettura, in luoghi ove solitamente stazionano pusher.

Gli investigatori leonfortesi, avendo fondati sospetti che il nominato in oggetto potesse detenere sostanza stupefacente al fine dello spaccio, decidevano di procedere alla perquisizione personale e domiciliare del CREMONA.

L’attività consentiva di rinvenire e sequestrare diversi involucri in carta stagnola, contenenti, sostanza stupefacente. In particolare, nel corso della perquisizione personale venivano rinvenuti due involucri in carta stagnola,  contenenti gr.1,25 circa cadauno di sostanza stupefacente, verosimilmente del tipo “Marijuana”, che il CREMONA occultava nella tasca e  nel taschino destro del pantalone che indossava.

Nel corso della perquisizione domiciliare,  all’interno del freezer posto nel vano cucinino dell’abitazione, venivano rinvenuti n.5 involucri in carta stagnola contenenti gr.1,30 circa cadauno di  sostanza stupefacente, verosimilmente, del tipo “marijuana” ed altro involucro in carta stagnola contenente gr.0,4 circa di sostanza presumibilmente del tipo “cocaina”.

La perquisizione consentiva, infine,  di  rinvenire  la somma di oltre 2.400,00 euro, custodita all’interno di un giubbotto che il CREMONA preservava nell’armadio della camera da letto,  in banconote di diverso taglio. La somma  veniva debitamente sequestrata, quale presunto provento dell’ attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al riguardo, il CREMONA che non svolge alcuna attività lavorativa e percepisce il cosiddetto “reddito minimo” alle dipendenze  del Comune di Leonforte,  non sapeva giustificarne il possesso.

Gli uomini del Commissariato leonfortese, successivamente, ricostruito il quadro complessivo della vicenda e delineata l’azione di spaccio da parte del giovane leonfortese, lo segnalavano, pertanto, in stato di arresto, alla procura della repubblica di Nicosia, per l’indicato reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

About Post Author