INCONTRO TRA IL SINDACO PAOLO GAROFALO E IL DIRETTORE GENERALE DELL’ASP NICOLA BALDARI: HOSPICE E RANDAGISMO AL CENTRO DELLA DISCUSSIONE.

Print Friendly, PDF & Email

Il Sindaco di Enna Paolo Garofalo, nell’ambito del programma di visite istituzionali, ha incontrato il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale Nicola Baldari. Nel corso dell’incontro, sono stati analizzate diverse questioni che riguardano la sanità e la salute pubblica nel territorio comunale ed è stata ribadita da parte del Sindaco la volontà di partecipare attivamente alla strategia organizzativa dell’ASP, nella qualità di Presidente della Conferenza dei Sindaci. Nel particolare, Garofalo ha ribadito che l’Hospice deve essere attivato nella città di Enna, in funzione dell’impegno già preso dall’Asp e per la posizione geografica della città che consentirà un utilizzo da parte di tutti i cittadini della provincia. “L’Hospice determinerà un nuovo modo di assistere i malati terminali da parte delle loro famiglie – ha dichiarato a margine del confronto il Sindaco Garofalo – dove all’assistenza sanitaria si unirà l’umanizzazione necessaria della presenza dei familiari, per affrontare il dramma dei malati in fase terminale. La posizione centrale della città di Enna nella geografia provinciale procurerà un vantaggio a tutti i cittadini della provincia”
Al termine dell’incontro si è pure giunti alla determinazione di aprire, entro il mese di settembre, un tavolo di lavoro operativo per affrontare la questione del randagismo.
A tal proposito Garofalo ha chiesto al Dott. Baldari di definire la questione del randagismo “ognuno per gli aspetti di propria competenza, in maniera definitiva. Per favorire questo percorso ho quindi chiesto la costituzione di un tavolo che preveda la partecipazione anche delle associazioni animaliste che operano nel territorio, nell’ambito della cultura di  partecipazione popolare e democratica che questa amministrazione comunale si è data.”  
“Ho molto apprezzato la disponibilità del Direttore Nicola Baldari – ha poi concluso il primo cittadino- per il rispetto dei ruoli e la sensibilità dimostrata rispetto alle questioni che sono state affrontate. Ritengo che questo modo di lavorare in sinergia possa determinare risultati assolutamente positivi per la comunità ennese.”

Related posts