GIUNTA GANGI: IL FALLIMENTO DELL’ESTATE AIDONESE

Print Friendly, PDF & Email

E’ chiaro a tutti che siamo di fronte ad una situazione gravosa che ha toccato  il picco di disastro nella stagione estiva, la quale secondo previsioni, doveva essere il momento di splendore di un’Amministrazione insediatosi oltre un anno  fa e che prometteva con i consiglieri del  PD e dell’UDC eletti in una maggioranza apparentemente solida di dare un volto nuovo al nostro amato Paese  “Aidone”, visto il grande evento che la cittadinanza dovrebbe a breve  consumare: “RIENTRO VENERE DI MORGANTINA”. L’estate, ormai al termine, lascia una scia di amarezze a cui il  consigliere Lo Monaco vuole dare voce: ad oltre un anno dalle elezioni  siamo in presenza di una Giunta poco competente e alquanto irresponsabile, ma  il nodo più gravoso è che i Partito di maggioranza “PD” che da poco ha voluto  ritirare l’unica sua espressione presente in Giunta, ovvero il vice sindaco  Lacchiana, per “incompatibilità di carattere” così come ha dichiarato  il sindaco Gangi in Consiglio Comunale, continua nel suo imbarazzante silenzio non prendendo decisioni chiare sul futuro del proprio ruolo, continuando a favorire fallimenti e sostegno indiretto a singoli soggetti presenti in giunta che  svolgono il loro ruolo con scopo autoreferenziale.Gli obbiettivi raggiunti sono sotto gli occhi di tutti: un paese vuoto, privo di una progettualità estivo-turistica capace di dare maggiore vivacità economica e sociale (situazione denunciata dall’UDC in un recente articolo apparso sulla stampa). Si assiste  solo  alla concessione di qualche contributo dato ad hoc, che accontenta  pochi e non porta nulla di buono all’economia locale. Piazza Cordova, centro e motore della “Civis”, svuotata da decisioni incomprensibili e privi di ogni amore cittadino, i pochi eventi tenutosi hanno avuto altri contesti ambientali, lasciando la Piazza Cordova fuori da un circuito estivo-progettuale e turistico che dovrebbe vederla primeggiare, messa sotto scacco da una ”Ordinanza Sindacale” (chiusura insensata del traffico) scellerata e mai concordata con i commercianti della Piazza stessa.Il consigliere Lo Monaco con il Comitato di base, vuole mettere in evidenza che in parallelo ai “Teatri di Pietra” erroneamente pubblicizzati dall’
assessore al ramo, nulla è stato fatto per stimolare un’estate piatta, in cui  lo spirito cittadino viene avvilito e deriso. Al Sindaco ed alla Giunta, afferma infine Lo Monaco: “troppo tempo Vi è stato concesso dai Partiti di Maggioranza PD-UDC che promettevano segnali di forte cambiamento ma che ad oggi sono i veri responsabili di un appoggio politico insensato e che comunque restano sempre dei contenitori politici con cui poter affrontare un dialogo costruttivo e privo della logica del singolo”.

Related posts