AIDONE: L’AMMINISTRAZIONE RILANCIA

Print Friendly, PDF & Email

“Non finiscono solo le cose belle, anche quelle brutte: per fortuna” Lo afferma il sindaco di Aidone Filippo Gangi che annuncia che è al capolinea la parziale crisi in seno alla Giunta Comunale di Aidone e che coincide con le ultime due notizie diffuse a mezzo stampa: una “indisponibilità”, quella di Vilma Piazza, e una “smentita”, quella dei consiglieri comunali Filippo Arena, Angelo Calcagno e Pino Calcagno Spataro. “Si può osservare che gli alleati non si caricano quando sono comodi e si scaricano quando fa comodo – dice Gangi – è una logica non condivisibile e miope, anche perché alla prossima occasione non si potrà più andarli a cercare. Ma c’è di più. Quanto successo è accaduto non per ragioni politiche, per divergenze programmatiche o altri motivi del genere, ma per ragioni inspiegabili e, comunque, inspiegate, se non, peggio, per lesa maestà, a discapito di tutto e tutti. La politica, in tal senso, si rivela non l’arte del possibile ma l’arte dell’impossibile.
La storia di questa amministrazione è iniziata sull’onda di un vero entusiasmo che vedeva tutti proiettati verso un tangibile cambiamento di stile – continua il primo cittadino di Aidone – destinato a lasciare in soffitta le antiquate logiche. Alla luce dei fatti attuali si deve constatare, invece, il tentativo di far prevalere le ragioni della forza di alcuni, alla vecchia maniera, nella convinzione di poter stritolare e soggiogare ogni pensiero diversamente orientato, in nome di un malinteso principio democratico.
Ora, attendono decisioni, comunque, importanti e di notevole responsabilità. Per chi è stato catapultato, con vasto consenso, in questa situazione, sottratto a una normale routine familiare-lavorativa, la tentazione di lasciare è semplice e comoda. Sennonché, prevale la consapevolezza che tale gesto rischierebbe di essere interpretato come una rovinosa e precipitosa ritirata, a scapito di coloro che con fiducia hanno manifestato un consenso scevro da condizionamenti vari.
Allora, la scelta non può che premiare la soluzione difficile, quella, cioè, che invade e sovrasta con enormi responsabilità in un momento cruciale della storia di questa Comunità. Continuare è scomodo ma d’obbligo, con un impegno allo spasimo, nell’interesse di tutti.
Sia chiaro, essendo la politica volubile – conclude Gangi – la porta rimarrà sempre aperta e l’Amministrazione pronta a dare spazio a iniziative, proposte ed energie che mirino a rilanciare lo spirito originario della coalizione Rinascimento Aidonese e, perché no, a rinnovare, veramente, la compattezza del Partito Democratico, dal quale questa Amministrazione non cesserà di trarre ispirazione ideale”.

Related posts