“AVVELENAMENTO” DI OLTRE 12 AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA NELLA MENSA DEL CARCERE DI ENNA.

Print Friendly, PDF & Email

Dopo aver consumato il consueto pranzo,circa 12 poliziotti penitenziari hanno accusato malori,e, dopo essere stati refertati dal medico di guardia,sono stati dispensati dal servizio a causa di indossicamento alimentare. E’ quanto dichiara Filippo Garofalo segretario nazionale dell’O.S.A.P.P. – A distanza di 24 ore solamente 2 agenti sono tornati in servizio per miglioramento delle condizioni e ben 10 hanno deciso di rimanere a casa perchè accusano problemi di intossicazione alimentare. Il cibo avariato e incriminato era uno spezzatino che poteva fare altre “vittime”.Questa pietanza era stata conservata anche per la cena. Solo l’accortezza della cuoca ha evitato il peggio, decidendo di buttarlo per il cattivo odore che sprigionava.

Non è la prima volta che accadono fatti simili, infatti  già nei mesi scorsi era accaduta la stessa cosa,solo grazie all’immediato intervento improvviso della commissione mensa si è evitata la somministrazione del cibo avariato.- aggiunge Filippo Garofalo – “L’istituto di Enna pre la vigilia di ferragosto è stato visitato da una delegazione guidata dall’On. Bernardini, dal Garante per la Sicilia on.Fleres e altri componenti. Questa delegazione ha visitato anche la mensa agenti o si è limitata a tutelare solo i detenuti come se fosse l’unico problema esistente nel mondo penitenziario?
Per il grave caso increscioso,come sindacato maggiormente rapresentastivo abbiamo immediatamente chiesto al Ministro ALFANO un’ispezione e di individuare i responsabili con le relative conseguenze, per capire come può accadere che alla mensa agenti arrivi cibo avariato o venga tenuto in cattivo stato di conservazione.

Intanto il Ministro continua a parlare di “carceri a 5 stelle e invece ogni

giorno ci confrontiamo con carceri del terzo mondo.”

Filippo Garofalo

 

* Nella foto il segretario nazionale dell’O:S:A:P:P. Filippo Garofalo

Related posts