GIAMPILIERI; POMPIERI: SINDACATI, INCONTRO-FLOP PALAZZO ORLEANS SCIOPERO REGIONALE IL 10 NOVEMBRE MA COPERTURA DELLE EMERGENZE

Print Friendly, PDF & Email

Sono usciti scuri in volto, i vigili del fuoco di Cgil Cisl Uil e Confsal, dall’incontro, da poco concluso alla presidenza della Regione, sul tema dell’emergenza alluvioni a Messina. Così, non faranno passi indietro, affermano. Anzi: il prossimo 10 novembre incroceranno le braccia in tutta la Sicilia, per protestare, rimarcano, “contro la logica del ping-pong tra Regione e ministero dell’Interno che penalizza i 2.700 pompieri siciliani”. Sul banco degli imputati, la mancata corresponsione degli emolumenti maturati per l’attività straordinaria svolta nei giorni della frana di Giampilieri, l’1 ottobre 2009. Ora, a un anno da quell’emergenza, la proposta che si sono sentiti avanzare al tavolo di palazzo d’Orleans, è stata di un’anticipazione pari più o meno al 10% delle somme attese da ciascuno. Un milione lo stanziamento offerto, che ha fatto, però, alzare la temperatura del confronto. Perché “non possono esserci due pesi e due misure”, dichiarano Cgil Cisl Uil e Confsal con riferimento al trattamento dei vigili che fronteggiarono la situazione a l’Aquila, nei giorni che seguirono al terremoto del 6 aprile. Lì, i pompieri hanno già avuto quanto loro dovuto per il lavoro svolto. Qui ancora nulla. Per questo, insistono i sindacati, “il 10 novembre ci fermeremo, il sistema delle mance è un’umiliazione che non accettiamo. Tanto più dopo aver segnalato la questione a ogni livello, in questi mesi”. Ma non saranno i siciliani, a pagare la protesta, sottolineano Cgil Cisl Uil e Confsal. “I cittadini stiano tranquilli”, fanno sapere. “I pompieri sono pronti a sbracciarsi come sempre, dappertutto in Sicilia, per far fronte alle emergenze che dovessero, malauguratamente, arrivare”.
Hanno preso parte al confronto, l’assessore regionale ai Servizi di pubblica utilità Giosuè Marino e il direttore regionale della Protezione civile, Pietro Lo Monaco. A fianco dei sindacati, il direttore regionale dei vigili del fuoco, Giuseppe Romano. Sono intervenuti anche i parlamentari regionali Pino Apprendi (Pd) e Salvatore Pogliese (Pdl).

Related posts