COMUNE DI ENNA: IL CONSIGLIERE LA PORTA PRESENTA QUATTRO INTERPELLANZE AL SINDACO PAOLO GAROFALO

Print Friendly, PDF & Email

Premesso che: Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 221 del 21 settembre 2010, i Decreti del 20 maggio 2010 con criteri e le disposizioni procedurali per la concessione di contributi ai Comuni con meno di 50.000 abitanti, per la stabilizzazione di lavoratori impegnati in attività socialmente utili presso gli stessi Enti con oneri a carico del bilancio comunale da almeno otto anni.  La concessione è effettuata nel limite di un milione di euro per le annualità 2008, 2009 e 2010. Considerato che: Il comune di Enna ha in forza lavoratori precari di quella categoria e di quei requisiti, Tenuto conto che: Tali lavoratori svolgono il loro lavoro con zelo e competenza e a volte in servizi vitali per la città, SI chiede al Sig. Sindaco Di volere informare il Consiglio Comunale su cosa l’amministrazione ha fatto o non ha fatto per attingere a tali finanziamenti e l’eventuale  motivo ostativo. Di volere informare il Consiglio Comunale, se l’ Amministrazione abbia interesse alla stabilizzazione di tale personale e in caso affermativo , su quale sia il programma di stabilizzazione.

2) Premesso che: la precedente Amministrazione aveva predisposto  un piano toponomastico che aveva peraltro ultimato per diverse intitolazioni,  tutti gli iter procedurali, autorizzativi e perfino economici organizzativi per l’apposizione delle targhe.

Considerato che:
Il comune di Enna a oggi ha dato seguito solo , ad alcune intitolazioni e  ne ha tralasciato  tante altre ;
Tenuto conto che:
esistono diverse intitolazioni sostenute da comitati di cittadini ed associazioni che da tempo aspettano  tali intitolazioni , che come è evidente travalicano il mero significato indicativo delle piazze , ma vanno a dare un riconoscimento a valori e ideali che  incarnano ed animano l’attività di dette associazioni promotrici;
Si  chiede al Sig. Sindaco
Di volere informare il Consiglio Comunale su cosa l’amministrazione ha fatto o non ha fatto  per tali intitolazioni  e  gli eventuali   motivi  ostativi.
Di volere informare il Consiglio Comunale, sullo stato dell’arte delle intitolazioni pendenti ed in particolare delle seguenti:
•    Centro Polifunzionale di Via dello Stadio intitolato ad “Antonio Maddeo”
•    Centro Tutela Minori di Via Borremans intitolato a “Peppino Impastato”
•    Piazza interna in Via Toscana intitolata a “Giuseppe Di Lavore”
•    Piazza antistante alla pizzeria Planet a  “Pompeo Colaianni , Capo Partigiano Barbato”
•    Piazza di fronte al Tribunale  a “Baden Powel fondatore dello scoutismo”

3)Premesso che: Da più parti si lamentano disservizi dovuti alla cronica mancanza di personale,

Considerato che:
Il comune di Enna ha una dotazione di personale ex RMI ,oggi   lavoratori appartenenti ai cantieri di servizio, che viene adibita a svolgere attività attraverso programmi predisposti dall’amministrazione, di servizio  per la collettività;
nonostante  l’alto numero di addetti, molto spesso viene lamentato un mancato risultato dei progetti di lavoro,
la precedente amministrazione aveva iniziato un opera  di ridistribuzione nei programmi  a supporto degli impiegati comunali (che comunque sono i responsabili dell’attività secondo la canonica catena di comando!) , dotato tali lavoratori di gilet giallo con il logo del Comune per una  maggiore responsabilizzazione del personale in parola attraverso  lo sviluppo del senso di appartenenza da un lato e dall’altro per una immediata visibilità di quanti ad essi si rivolgono.
SI chiede al Sig. Sindaco
Di volere informare il Consiglio Comunale se oltre alla mera repressione degli illeciti (peraltro meritoria) ci sia la volontà di una formazione , responsabilizzazione, e soprattutto la individuazione del personale di ruolo che deve avere la responsabilità dei lavoratori (presenze e risultato) e la variazione dei programmi secondo le esigenze dell’ente.

4) Premesso che:Da più parti si lamentano disservizi dovuti alla cronica mancanza di personale, in particolare  asili nido e servizi di front office,

Considerato che:
Il comune di Enna ha una cospiqua  pianta organica,
SI chiede al Sig. Sindaco
Di volere informare il Consiglio Comunale sulla attuale pianta organica del comune ,con suddivisione delle mansioni , della tipologia contrattuale e l’impegno orario.
Di volere informare il Consiglio Comunale su eventuali richieste di personale da parte dei dirigenti dei servizi e degli uffici.
Di volere informare il consiglio su come intenda procedere per ristabilire una situazione di normalità funzionale .

IL  CONSIGLIERE  Giuseppe La Porta

Related posts