ANOLF CISL : AVVIARE PERCORSI DI INTEGRAZIONE DEI CITTADINI IMMIGRATI.

Print Friendly, PDF & Email

Partecipata e condivisa, l’assemblea dei soci Anolf  di Enna, l’associazione promossa dalla Cisl che si occupa della tutela degli immigrati e della promozione dei valori interculturali che ha ospitato, domenica scorsa,presso la sede della Cisl,  il Sindaco del Comune di Enna, Paolo Garofalo,  l’Assessore alle Politiche Sociali Salvatore Notararigo, l’Assessore alla Cultura, Emanuela Guarasci ed i Consiglieri comunali, Maria Teresa Cuci e Paolo Timpanaro.  L’incontro ha registrato la partecipazione massiccia dei lavoratori e delle lavoratrici stranieri delle comunità di origine marocchina, tunisina, rumena e filippina. I partecipanti sono stati  accolti dal saluto dei Presidente dell’associazione, Franco Petracalvina e Tarek Harakati, che hanno presentato la carta dei servizi a s favore degli immigrati offerti dallo Sportello per l’immigrazione, attivato presso la sede Cisl, che si avvale anche  dell’operato della mediatrice culturale Florenta Preda e del legale, avv. Elisa Cosentino.  “Ringraziamo il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri comunali presenti – afferma Franco Petracalvina – per la particolare sensibilità ai temi dell’immigrazione e dell’integrazione, testimoniati dalla loro presenza ai nostri lavori”. I protagonisti del giorno, come ha dichiarato il segretario provinciale Cisl Rosanna Laplaca,  sono gli stessi stranieri che intervengono alla assemblea , mettendo in evidenza le esigenze primarie che emergono, ma soprattutto di come siano poco tutelati nell’applicazione delle norme sia in campo lavorativo sia nel sociale. “La Cisl sostiene da tempo-afferma Rosanna Laplaca- l’esigenza di una riforma concreta e seria del diritto di cittadinanza a tutela degli stranieri e dei loro figli troppo spesso oggetto di strumentalizzazione politica e mediatica, facendo leva più su paure e pregiudizi di buona parte della popolazione che su dati. Intendiamo promuovere un piano di azioni, condivise con le istituzioni competenti, – prosegue il Segretario Cisl- in favore di reali processi di integrazione rivolti sia ai cittadini stranieri sia  alle comunità di accoglienza, attraverso aree di intervento sui  minori e istruzione scolastica , orientamento professionale, salute e sicurezza, mercato del lavoro”.
Gli interventi in assemblea sono numerosi e di varia natura, Rachid pone l’attenzione sui problemi di integrazione e cittadinanza, soprattutto per le seconde generazioni,  e chi , come Teodora Pinta ,si fa portavoce delle questioni legate agli alloggi, ai canoni di locazione  troppo alti cui non è possibile far fronte con il misero stipendio guadagnato ed al mancato rispetto delle norme contrattuali da parte dei datori di lavoro. Ma ciò che emerge con forza è la necessità di un lavoro onesto e tutelato. Sinceri ringraziamenti vanno alla Cisl  da parte dei ragazzi  stranieri, come Janine Flores, che si sentono più tutelati con la presenza degli operatori della Cisl ,e in particolare dell’Anolf,  che sono a loro disposizione  nel  risolvere i problemi che la burocrazia inevitabilmente crea  soprattutto per le pratiche di richiesta di rinnovo dei permessi di soggiorno e  di ricongiungimento familiare. L’Assessore Salvatore Notararigo ringrazia la Cisl per l’invito  ma soprattutto per la sensibilità mostrata  nei confronti delle problematiche sociali legate al fenomeno dell’immigrazione e chiarisce che: “gli Uffici dell’Amministrazione stanno lavorando per poter creare una rete sociale che metta a confronto le varie culture, ma nello stesso tempo permetta di avvertirne le sfumature e di offrire reali  percorsi di integrazione”. L’assessore Emanuela Guarasci interviene affermando che l’amministrazione intende lavorare per gli stranieri e con gli stranieri anche attraverso “l’iniziativa del Festival del colore, appuntamento periodico che mira all’ integrazione e alla fratellanza fra i popoli”. “E’ proposito del Consiglio comunale la creazione della Consulta dei migranti”,  così interviene il consigliere Maria Teresa Cuci. I lavori si concludono con l’intervento del Sindaco di Enna, per il quale “ è sconvolgente che nel 2010 ancora si registrino casi di razzismo e di tratta degli stranieri che non appartengono  al vivere civile e soprattutto non permettono il rispetto dei  diritti umani che sono alla base di ogni civiltà umana”, denuncia apertamente Paolo Garofalo. “ La proposta di fare una consulta sulla migrazione sarà sicuramente sposata a breve dall’Amministrazione comunale”, -precisa il sindaco- “si auspica, infatti,  la creazione  di una sorta di Consiglio dell’immigrazione che permetta di far combaciare le esigenze degli stranieri con quelle dei cittadini italiani”. A tal proposito, continua il Sindaco, si vuole predisporre un centro di culto in cui tutti devono sentirsi liberi di esprimere  la propria religiosità”. Continua l’impegno del primo cittadino all’assemblea dell’Anolf Cisl a realizzare  un “raccordo tra associazioni,  Ufficio della Questura, Consolato e Comune per curare i rapporti di criticità emergenti, nonché l’impegno  alla necessaria conservazione di tutte le lingue presenti sul territorio, anche in collaborazione con l’ Università Kore di Enna”.

Related posts