IL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA PRESENTE ALLA TTI DI RIMINI. TRA I PROSSIMI OBIETTIVI DEL SINDACO NIGRELLI LA PARTECIPAZIONE ALLA FIERA DEI SITI UNESCO DI ASSISI

Print Friendly, PDF & Email

Sono stati accolti con paste di mandorla e torroncini piazzesi gli operatori turistici che hanno visitato lo stand dedicato al comune di Piazza Armerina, all’interno della TTI di Rimini. Un evento a cui hanno partecipato i principali operatori turistici provenienti da tutto il mondo. Diversi i buyer che hanno contattano le aziende ricettive del Comune di Piazza Armerina, ed è proprio attraverso la promozione turistica del territorio che il Sindaco Fausto Nigrelli sta cercando di lavorare moltissimo. “La TTi di Rimini – dichiara Nigrelli – ha dimostrato ancora una volta il grande interesse che gli operatori turistici riservano a questo comune, che oggi viene conosciuto non più solo ed esclusivamente per la Villa Romana del casale, ma anche per le innumerevoli bellezze architettoniche del nostro centro storico”.

La tti di Rimini rappresenta oggi la più importante fiera internazionale del settore turistico in Italia, riservata esclusivamente agli operatori del settore. A cui partecipano mediamente circa 2400 imprese provenienti da oltre 100 paesi. La partecipazione a questo importante evento, “rappresenta una grande opportunità di rilancio per questo comune. Ed in questo contesto “La capacità di fare squadra deve diventare momento costante d’azione. Abbiamo la fortuna di avere un grande gioiello come la Villa Romana del Casale e solo facendo sistema potremmo sfruttare a pieno le nostre potenzialità”.

Il Sindaco Nigrelli ha paralo poi anche del nuovo modo di lavorare sul turismo, che coinvolge per la prima volta pubblico e privato in un progetto di crescita del territorio che cerca di coinvolgere attivamente tutti gli operatori del settore.

Sono stati almeno 30 i buyer che hanno preso l’impegno di venire a visitare Piazza Armerina. “Tutto questo è stato possibile – dichiara Caty Procaccianti – grazie al contributo di tutti quegli operatori, che hanno creduto in noi e che ci hanno permesso di puntare su prezzi concorrenti, prodotti biologici ed enogastronomia”.

Il Sindaco ha comunque precisato che questa collaborazione tra pubblico e privato va sicuramente  migliorata e potenziata. L’esperienza di quest’anno ha comunque rappresentato un punto di partenza su cui lavorare. A questo proposito verranno concordati degli standard minimi, che andranno a stabilire i livelli qualitativi delle strutture ricettive appartenenti al Comune di Piazza Armerina, al fine di offrire un’offerta di qualità.

L’amministrazione comunale ha infine annunciato l’avvio di una serie di corsi di formazione rivolti agli operatori turistici. Fra questi i primi ad essere avviati sono un Corso dedicato alla storia del comune di Piazza Armerina, e un corso per la preparazione di cocktail internazionali”, che hanno l’obiettivo di innalzare il livello di formazione degli albergatori e ristoratori.

Tra i prossimi obiettivi dell’amministrazione Nigrelli, vi è la partecipazione alla fiera dei siti Unesco di Assisi in cui ancora una volta il Comune di Piazza Armerina sarà presente per promuovere l’immenso patrimonio che questo territoio può offrire ai suoi visitatori. Un modello di promozione turistica che andrebbe sicuramente preso a modello anche dal comune di Enna e più in generale da tutta la Provincia, ricchissima di siti archeologici e beni culturali da promuovere a livello internazionale, ma che ancora oggi continuano a restare purtroppo sconosciuti ai grandi flussi turistici.

Mario Barbarino

 

Related posts