SEMINARIO:”LA TUTELA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DEI DETENUTI:LA SITUAZIONE IN SICILIA.”

Print Friendly, PDF & Email

La facoltà di giurisprudenza della Kore di Enna ha organizzato per lunedì 15 di novembre alle ore 10 presso l’aula 1 della Facoltà di Giurisprudenza un seminario su “La tutela dei diritti fondamentali dei detenuti: la situazione in Sicilia.” Al seminario parteciperà il Garante dei detenuti in Sicilia, Salvo Fleres, Coordinatore nazionale della Conferenza dei garanti dei detenuti in Sicilia. Attraverso il seminario, la Kore di Enna vuole contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica ed  in primo luogo gli studenti  sul tema dei diritti umani e delle persone private della libertà personale. L’iniziativa della facoltà di giurisprudenza, prende spunto dalla constatazione che quando si parla di carcere e della popolazione che vi abita, generalmente, si tende a pensare a qualcosa di lontano, di estraneo. Le porte del carcere sono ciò che divide la società da chi a essa si è ribellato, violando le regole di diritto che ne regolano la civile convivenza; il carcere, in questo senso, rassicura perché allontana e protegge i cittadini da chi si è macchiato di un crimine. Ciò, tuttavia, non autorizza a disinteressarsi di coloro i quali stanno scontando una pena, anche quando molto grave. I detenuti hanno diritto a un trattamento che non sia inumano e degradante. Un diritto riconosciuto dalla nostra Costituzione, dalle fonti internazionali, e che tuttavia, spesso, nei fatti, non è salvaguardato.
Il seminario dopo i saluti del rettore della Kore di Enna, Salvo Andò e del sindaco di Enna Paolo Garofalo, e l’introduzione della Prof.ssa Agata Ciavola ospiterà le relazioni del Garante dei detenuti in Sicilia, Salvo Fleres , della responsabile dello sportello del Garante dei diritti dei detenuti presso la casa circondariale Ucciardone di Palermo Gloria Cammarata, del direttore della casa circondariale Ucciardone di Palermo Maurizio Veneziano, Marco Falcone deputato assemblea regionale siciliana, Comandante reparto polizia penitenziaria Ucciardone Palermo Patrizia Bellanti. Intervento programmato della laureanda Giovanna Gulisano.

Related posts