CONFINDUSTRIA PMI DAY – INDUSTRIAMOCI – BILANCIO POSITIVO PER L’INIZIATIVA

Print Friendly, PDF & Email

E’ un bilancio positivo quello della Giornata della Piccola Impresa, il PMI Day, che si è svolta per la prima volta la scorsa settimana dal 18 al 20 novembre. Le piccole e medie imprese hanno aperto le porte a giovani studenti mostrando come si produce e quanta dedizione e professionalità vi sia in chi opera al loro interno a tutti i livelli. Ma non solo, l’occasione è stata utile anche per raccontare la storia delle aziende, il loro impegno ed il valore che esprimono ogni giorno e la capacità di creare ricchezza per il territorio. Ad Enna lo scorso venerdì, il pastificio CERERE ha ospitato 25 alunni della 3^ media della Scuola G. Pascoli accompagnati dalle insegnanti Argento e Sgroi, i quali hanno conosciuto la storia dell’azienda,

  dalla nascita al suo sviluppo, per poi osservare direttamente in tutte le loro fasi, i macchinari ed il personale addetto impegnati nel ciclo di produzione aziendale, dalla materia prima al prodotto finito. I ragazzi hanno dimostrato grande attenzione durante tutta la visita intervenendo continuamente con quesiti e curiosità.
Ulteriore elemento importante della visita è costituito dal fatto che tale esperienza verrà inserita nel piano di studi degli alunni i quali, supportati dagli insegnanti che hanno manifestato grande apprezzamento per l’iniziativa, produrranno degli elaborati di approfondimento con le loro valutazioni e le loro impressioni, costituendo un ulteriore momento di apprendimento e di crescita.

Gianpaolo Mazzola – Presidente della Piccola Industria ennese -: “E’ stato un momento veramente positivo che senz’altro verrà ripetuto i prossimi anni in modo più esteso, sia a livello nazionale che locale. E’ stata e sarà una continua occasione per stimolare i giovani e di riflesso le loro famiglie a pensare in modo innovativo, cogliendo le esperienze e le ricchezze del territorio dove vivono e dove auspichiamo possano affermarsi in futuro nella loro vita e nella loro attività professionale e lavorativa.”

Related posts