SALONE MONDIALE DEL TURISMO CITTÀ E SITI UNESCO: PRESENTATA LA NUOVA GUIDA DELLA VILLA ROMANA DEL CASALE INSERITA NELLA COLLANA DEI SITI UNESCO ITALIANI.

Print Friendly, PDF & Email

«Il centro storico di Piazza Armerina merita un piano di gestione come quello che è obbligatorio per i centri storici dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità». Questa è l’affermazione fatta dalla prof. Paola Falini ordinario di Urbanistica dell’Università di Roma la Sapienza in occasione del convegno  Pianificazione: piani regolatori dei centri storici” organizzato in occasione del WTE Salone mondiale del turismo Città e siti UNESCO ad Assisi nello scorso fine settimana. Il convegno presieduto dal sindaco di Assisi e presidente dell’Associazione Città e siti Unesco si è basato sui casi di Assisi e Mantova, centri storici tutelati dall’Unesco e Piazza Armerina come esempio di centro storico di pregio non riconosciuto dall’Unesco,

  ma parte di una città che ha nel suo territorio un bene dell’umanità. Il sindaco di Piazza Armerina, Fausto Carmelo Nigrelli, dopo avere ripercorso la vicenda del centro storico dal Programma di fabbricazione del 1970 al PRG di Giuseppe Dato pubblicato in Gazzetta ufficiale nel settembre 2010, ha presentato gli interventi e le azioni in fase di realizzazione attualmente all’interno del centro storico della città e quelle già inoltrate alla regione siciliana per il finanziamento.
«Una città che abbia chiaro uno scenario di medio e lungo periodo come quello definito dal Consiglio comunale per il nuovo PRG nel 1995, può utilizzare proficuamente le opportunità offerte dai finanziamenti europei per le regioni come la Sicilia – ha affermato Nigrelli. È una occasione irripetibile che non si può mancare né si deve disperdere con azioni e progetti a pioggia. Attualmente, tra lavori in fase di completamento e progetti presentati, circa 15 milioni di euro riguardano il centro storico di Piazza.»
I progetti riguardano sia la realizzazione di contenitori culturali, sia la sistemazione di spazi pubblici, sia interventi per favorire la residenza di giovani coppie nel centro storico.
In particolare è stato evidenziata l’attività di promozione del centro storico come secondo magnete turistico del territorio con la creazione del Sistema Museale di Piazza Armerina le cui prime strutture si apriranno nelle prime settimane del 2011, in anticipo rispetto alla apertura della Villa romana.
In occasione del Salone mondiale del turismo Città e siti Unesco è stata presentata la nuova guida della Villa romana del Casale inserita nella collana dei siti Unesco italiani. «Abbiamo voluto che il 40% della guida – ha affermato il sindaco Nigrelli – venisse dedicata alla città, ai suoi tesori e ai suoi eventi perché d’ora in poi nessuno dovrà più conoscere la Villa senza conoscere Piazza.

Related posts