“SERVIZI STRAORDINARI DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ URBANA, NEI TERRITORI DI PIAZZA ARMERINA, BARRAFRANCA, E LORO CONTRADE”

Print Friendly, PDF & Email

il Sig. Questore della Provincia di Enna, dott. Salvatore Patané, traccia il consuntivo dell’intensificazione dei mirati servizi di controllo e prevenzione nel territorio della provincia ennese, svolti la scorsa settimana, e l’attuale, al fine di scongiurare la perpetrazione dei fenomeni criminosi in genere, soprattutto in ambito urbano ed implementare i già esistenti dispositivi di vigilanza e monitoraggio del territorio, con l’obbiettivo di monitorare i soggetti stranieri non in regola con le norme che regolano il soggiorno nel territorio, spesso purtroppo dediti alla commissione di reati contro il patrimonio ed inerenti gli stupefacenti. In particolare, l’attività dei controlli straordinari della Polizia di Stato, si è concentrata nei territori di Piazza Armerina,

  Barrafranca, e contrade.  I servizi sono stati svolti  attraverso la sinergia fra la Squadra Mobile – diretta dal Vice Questore Aggiunto Dott. Giovanni Cuciti ed, il Commissariato di P.S. di Piazza Armerina – diretto dal Commissario Capo Gabriele Presti, ed hanno consentito di conseguire un bilancio ricco di risultati e dunque di:
• Arrestare due soggetti pregiudicati, di cui uno sorvegliato speciale di P.S., per concorso in spaccio di stupefacenti, in un occasione, e tre soggetti, sempre per concorso in spaccio di stupefacenti, in un’altra già oggetto di precedenti comunicati:
• Denunciare in stato di libertà nr. 4 persone per vari reati, tra cui detenzione di sostanze stupefacenti, ricettazione, porto ingiustificato di armi e strumenti atti ad offendere, violazioni alle prescrizioni imposte con la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale;
• Identificare nr. 50 persone, prevalentemente stranieri;
• Controllare nr. 38 veicoli;
• Controllare nr. 10 ad esercizi pubblici;
• Effettuare nr. 10  posti di controllo;
• Elevare nr.   8 contestazioni al Codice della Strada, sequestrando 1 ciclomotore;
• Effettuare numerose  nr.  7 perquisizioni domiciliari alla ricerca di armi ed altro materiale di provenienza illecita nonché, nonché nr. 21 perquisizioni personali ed ad automezzi;
• Sequestrare munizionamento taglio e punta ed oggetti atti ad offendere, nonché alcune dosi di stupefacente tipo marijuana ed hascisc.
           
I controlli – specificatamente improntati alla prevenzione delle attività illecite, connesse alla criminalità urbana– espletati in diverse fasce orarie – hanno determinato un sensibile calo della commissione dei reati, anche di quelli contro il patrimonio, in corrispondenza delle fasce orarie e nei giorni in cui sono stati svolti, ed il calo dei furti in abitazione, nonché dei reati connessi alla c.d. criminalità diffusa, quali borseggi in occasione degli eventi mercatali e nei luoghi particolarmente affollati.

Related posts