ON LEANZA: “IL PDL PRENDE DEFINITIVAMENTE LE DISTANZE DAL PRESIDENTE MONACO E SI DICHIARA FORZA POLITICA DI OPPOSIZIONE”

Print Friendly, PDF & Email

Alla luce di quanto accaduto ultimamente alla Provincia di Enna ed al Comune di Enna, sento il dovere di congratularmi con quanti sono stati capaci di risolvere il dramma vissuto dalle famiglie dei portatori di handcap che erano stati privati dell’assistenza diurna per mancanza di fondi. In particolare ringrazio il Consiglio provinciale, e nello specifico il gruppo del PDL, per avere reperito 130.000 euro a favore dei soggetti svantaggiati e 90.000 euro per la manutenzione straordinaria delle strade. Lo stesso egregio lavoro è stato svolto dal capogruppo del PDL al Consiglio comunale di Enna, Prof. Dario CARDACI, per avere presentato un emendamento, votato anche da alcuni consiglieri del PD, rivelatosi risolutivo del grave problema

 dei disabili ennesi. Questi fatti dimostrano che il PDL ha a cuore le fasce sociali più deboli e lavorerà, specie in tempi così difficili, per restare sempre accanto a chi soffre mostrando quella sensibilità e quella solidarietà che qualche parte politica ha perso di vista. Ma fermarsi solo ai ringraziamenti non  può bastare. Sentiamo l’obbligo di denunciare all’opinione pubblica, con molto rammarico, che l’Amministrazione provinciale si discosta sempre di più dalle esigenze reali avvertite dalla gente.

 Malgrado il voltafaccia di cui il Presidente MONACO si è reso responsabile, speravamo che egli volesse difendere e potenziare quello che di buono era stato realizzato nel nostro territorio ed, invece, prima ha capeggiato un vero complotto contro l’Università di Enna, poi non ha battuto ciglio per gli scippi consumati dal Governo LOMBARDO a danno degli ennesi, infine non ha mai fatto sentire la sua voce sull’annoso problema dei rifiuti, anzi, dopo avere dismesso le proprie quote azionarie, la Provincia avrebbe chiesto a SICILIA AMBIENTE di dichiarare lo stato di insolvenza mettendo a repentaglio il posto di lavoro degli addetti e facendo rischiare ai Comuni il dissesto finanziario.

 Come se ciò non bastasse, proprio qualche giorno fa è stato smantellato il CE.S.I.S., mandando allo sbaraglio i dipendenti e vanificando ogni strategia che mirava al rilancio delle imprese e della formazione professionale. Ci risulta, per ultimo, che a breve si intende dismettere la MULTISERVIZI ed il GAL “Terre del Sole”, creando nuovi preoccupanti scenari e disagi a decine di lavoratori.

 E’ ormai del tutto evidente che il finiano MONACO, in barba agli interessi della collettività, ha deciso di compiere la sua “svolta” personale e, illuso di occupare un seggio a Montecitorio o a Palazzo Madama, sta rivestendo il ruolo puro e semplice di commissario liquidatore, abbandonando tutto e tutti al proprio destino.

 Di fronte a tanto cinismo, il PDL prende definitivamente le distanze dal Presidente MONACO e si dichiara forza politica di opposizione per impedire allo stesso ed ai suoi nuovi alleati che ulteriori e peggiori disastri possano essere perpretati a danno della collettività. Si invita il gruppo del PDL in seno al Consiglio provinciale a garantire gli interessi del territorio  e  non  quelli  della  coalizione  che non  esiste  più  per espressa volontà dello stesso MONACO.

 

                                                                              IL COORDINATORE PROVINCIALE DEL PDL

                                                                                             -On.le Dott. Edoardo LEANZA-                                                                 

Related posts