SINTESI DELL’INTERVENTO DEL SINDACO NIGRELLI NEL DIBATTITO PER L’APPROVAZIONE DEL MUTUO PER IL PARCHEGGIO DI PIAZZA FALCONE E BORSELLINO 02 DICEMBRE 2010

Print Friendly, PDF & Email

“Racconterò alla città il danno che stanno arrecando al suo sviluppo e al bilancio del comune solo per  fare dispetto alla Amminstrazione i consiglieri che per dieci anni hanno sempre votato favorevoolmente e ora bocciano il mutuo”. Nel suon intervento in Consiglio comunale il sindaco Carmelo Nigrelli ha ricordato che il parcheggio sotto piazza Falcone e Borsellino è stato ritenuto un’opera pubblica essenziale da quattro amministrazioni: da quella Sottosanti che diede l’incarico per il Piano dei parcheggi e l’incarico per i progetti; a quella Velardita che fece unificare i finanziamenti del parcheggio sotto piano Duilio e di quello sotto piazza Europa per fare un solo grande parcheggio senza perdere il finanziamento e di quella Prestifilippo

 durante la quale il progetto venne modificato facendo parzialmente emergere dal terreno il parcheggio. Per l’attuale amministrazione il parcheggio ha un grande valore non in sé, ma perché contribuisce in modo importante alla riqualificazione del centro storico: la sua realizzazione, infatti, consentirebbe di fare del centro storico una area accessibile solo alle macchine dei residenti e faciliterebbe il rilancio del commercio e soprattutto del Centro commerciale naturale. Inoltre – ha sottolineato il sindaco – sarebbe assurdo che, mentre Nicosia deve accendere un mutuo di oltre 2,4 milioni di euro per realizzare un parcheggio come il nostro, Piazza restituisca 2,05 milioni di euro a fondo perduto. Per questo progetto sono già stati spesi o impegnati 307 mila euro che, se non si accendesse il mutuo, rimarrebbero a carico del bilancio del comune in un momento in cui la crisi economica sta mettendo in ginocchio le finanze comunali.
Il sindaco ha accusato alcuni consiglieri di volere bocciare strumentalmente il parcheggio solo per fare un dispetto all’amministrazione comunale, arrecando così un danno incalcolabile alla città. Leggendo in pubblico i verbali di sedute di consiglio comunale degli ultimi dieci anni, Nigrelli ha puntato il dito contro Capizzi, Cursale, Falcone, Filetti, Fioriglio, Trebastoni che, fino al 2008, avevano sempre votato il parcheggio anche nella versione che ieri è andata in consiglio comunale e il mutuo necessario. In alcuni casi questi consiglieri avevano verbalizzato dichiarazioni di grande sostegno al progetto.
La bocciatura del mutuo, ha avvisato Nigrelli, significherà la restituzione del finanziamento di 2,05 milioni di euro (quattro miliardi di vecchie lire) che andranno certamente assegnati ad un altro comune.
Nella conclusione Nigrelli ha affermato rivolto ai consiglieri di centro destra e ai tre del Pd che, su inidicazione del segretario del partito Ferarra, avevano già detto di volere bocciare il mutuo che si assumevano la responsabilità di togliere alla città l’opportunità di un’opera importante in sé e per le politiche di riqualificazione del centro storico e di creare un danno al bilancio comunale per il mancato rimborso, attraverso il finanziamento di parte dei 307 mila euro già spesi. Ha anche addebitato a questi consiglieri la responsabilità di una spesa così ingente in cambio della quale non ci sarà alcuna opera, arrecando un probabile danno erariale al Comune. Infine il Sindaco ha affermato con decisione che comunque l’azione dell’amministrazione per il recupero e la riqualificazione del centro storico non verrà arrestata da questo sgambetto da parte del Consiglio comunale, ma continuerà con decisione anche in mancanza di un tassello importante come il parcheggio.  “Farò sapere alla città – ha concluso – come questi consiglieri invece di fare l’interesse della comunità le arrecano danni e trasmetterò la delibera alla Procura della Corte dei conti per salvaguardare gli uffici e l’Amministrazione comunale”.

Related posts