“DOVEVA SCONTARE NUMEROSE CONDANNE RESIDUE PER REATI CONTRO IL PATRIMONIO E LA PERSONA: PREGIUDICATO ARMERINO ARRESTATO”

Print Friendly, PDF & Email

Nella mattinata scorsa, gli uomini del Commissariato di Piazza Armerina – diretti dal Commissario Capo Gabriele Presti –  hanno eseguito  l’arresto – in esecuzione del provvedimento emanato dalla Procura della Repubblica di Gela –  a carico di un pregiudicato armerino, Lombardo Filippo, classe ’75, per scontare un concorso di pene residue, in seguito al cumulo di numerose condanne per diversi episodi di furto aggravato, porto ingiustificato di oggetto atti ad offendere, lesioni personali, ricettazione, condanne susseguitesi fra il 1993 ed il 1999, da espiare in regime di detenzione domiciliare per complessivi mesi 9 e giorni 7.  Il pregiudicato, infatti, in passato, si rese responsabile di ben quattro furti aggravati (1993, 1994),

  ed uno tentato (1993), tutti commessi in Piazza Armerina, lesioni personali e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere (1997) commessi  in Piazza Armerina, e ricettazione (1999) posto in essere a Gela.
 
 Gli investigatori armerini, dunque, eseguito il provvedimento, ponevano al regime della detenzione domiciliare il giovane armerino – già sottoposto agli arresti domiciliari per essere stato di recente arrestato in flagranza di reato di detenzione illegale di sostanze stupefacenti dai medesimi poliziotti armerini –  per scontare la residua pena di mesi 9 e giorni 7, conseguente alle numerose condanne.

Related posts