DELEGAZIONE ENNESSE ALLA MANIFESTAZIONE ROMANA DEL PD

Print Friendly, PDF & Email

Alla grande manifestazione romana del Partito Democratico era presente anche la provincia di Enna: circa 250 iscritti e simpatizzanti in rappresentanza dei circoli provinciali, folta la partecipazione dei Giovani democratici, sono arrivati nella Capitale con uno dei 18 treni speciali partiti da ogni angolo d’Italia. Presenti anche il Sen. Mirello Crisafulli e il Segretario prov.le Mario Alloro. Le bandiere e gli striscioni della delegazione ennese si sono mescolati al corteo pacifico e caloroso, centinaia di migliaia di cittadini determinati a chiudere l’era del berlusconismo e a rimettersi in gioco dalle fila del centrosinistra, secondo i valori del Partito Democratico. Due i cortei snodatisi tra le vie di Roma, confluiti e  simbolicamente

 riuniti in Piazza San Giovanni in Laterano. Numerosi i parlamentari e dirigenti del PD presenti lungo i percorsi, a condividere con la base del partito la richiesta di una nuova spinta democratica per il Paese.
Il discorso conclusivo di Bersani ha mirato a delineare le linee politiche del PD e a serrare le fila dei democratici disorientati dalla crisi istituzionale.
L’Italia, ha detto il segretario, deve togliersi il berlusconismo dalle vene e scrollarsi di dosso un populismo impotente. L’uomo solo al comando, il “ghe pensi mì” non può risolvere i gravi problemi del Paese. C’è da organizzare un grande sforzo collettivo, dove chi ha di più deve dare di più.
Rivolgendo un saluto a Prodi ha ricordato la sua politica di rigore promossa con i governi dell’Ulivo, ogni volta compromessa dagli esecutivi berlusconiani e leghisti; si è richiamato ai valori della Costituzione e all’Europa, oggi indebolita dai governi europei di destra, e alle energie positive del Paese; ha auspicato un’alleanza per la crescita e il lavoro in un mercato aperto ma attento alla tutela delle fasce deboli, in una società pronta ad investire in conoscenza, innovazione, legalità e civismo.
Bersani sottolinea quindi come il PD abbia in questi anni meritato la patente di forza d’opposizione seria e sia pronto ad essere il partito di riferimento per un governo responsabile e innovativo.

Related posts