ENNA: IL CONSIGLIERE PROVINCIALE FRANCO COSTANZA INTERVIENE SULLA SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della 4° commissione provinciale, Franco Costanza, interviene sulla lettera inviata dal consigliere provinciale, Paolo Buscemi, ai dirigenti scolastici e agli studenti, dove comunica la bocciatura, da parte del consiglio provinciale, della sua proposta di istituire una commissione d’indagine speciale sulle problematiche relative alla sicurezza degli edifici scolastici. “Leggo con rammarico –dice Costanza- l’articolo riportato sul giornale “La Sicilia” del 15 dicembre, dal titolo “ Il mio partito ha bocciato commissione ”. Intervengo sulla questione in qualità di presidente della 4° Commissione, con il solo scopo di portare chiarezza sull’argomento e non certo per fare polemica. E’ utile precisare che dopo avere appreso dalla stampa

 del cedimento di un controsoffitto nella nuova ala del Liceo psicopedagogico “Dante Alighieri“ verificatosi lo scorso  8 novembre, il Gruppo Consiliare Pd ha chiesto la convocazione straordinaria ed urgente del Consiglio Provinciale affinché l’Amministrazione venisse  a riferire in Consiglio e discutere in ordine: all’attuale stato in cui versano le strutture scolastiche di competenza della Provincia; alle problematiche inerenti la presenza delle prescritte autorizzazioni e certificazioni di legge in relazione all’agibilità, igienicità e sicurezza dei plessi; alle iniziative poste in essere dall’Amministrazione in ordine allo stato grave e preoccupante in cui versa l’edilizia scolastica; al numero e stato dei contenziosi che attualmente impediscono la riapertura di molti plessi; alle iniziative poste in essere per inserire la Provincia di Enna nella ripartizione dei fondi per la Sicilia che il ministero delle Infrastrutture ha previsto in  sede di ripartizione dei fondi Cipe finalizzati alla prevenzione e riduzione del rischio negli edifici scolastici. Quindi, accusare il PD di “atteggiamento schizofrenico” è quantomeno ingeneroso. Per quanto riguarda la bocciatura della proposta di instituire una commissione speciale d’indagine, vale la pena sottolineare che in seno al Consiglio provinciale esistono ben cinque commissioni che lavorano “a tamburo battente” e che tre delle cinque hanno la competenza per affrontare la problematica in questione e che il mio amico Paolo Buscemi, nella qualità di vice-presidente del consiglio può intervenire  in ognuna per dare un fattivo contributo”. Costanza ricorda anche che “in data 30 novembre, presso la 4° commissione,  è stato invitato l’ing. Cascio che ha relazionato circa il crollo del controsoffitto del Liceo Dante Alighieri”. “Per quanto riguarda la programmazione dei lavori per la messa in sicurezza degli edifici che ancora non risultano adeguati –evidenzia Costanza-, è stato detto che sono state effettuate le verifiche sismiche su 6 edifici scolastici e sulla ex caserma dei VV.F, provvisoriamente adibita a scuola, rimangono da verificarne altri  13. Per quest’ultimi è stato stilato un piano di previsione per l’affidamento a professionisti esterni. Inoltre, l’ing Cascio ha detto a chiare lettere che la manutenzione delle scuole di competenza della Provincia è costantemente monitorata ed attenzionata e che le stesse hanno carenze minori rispetto  ad altre scuole. Dopo  tutto questo lavoro –conclude Costanza- ci è sembrato superfluo instituire  una commissione speciale. E’ stato solo questo il motivo che ci ha spinti ad esprimere voto sfavorevole. Questa mia precisazione è fatta con spirito costruttivo, lungi dal volere alimentare  polemiche tra le componenti del PD, auspicando per il futuro buonsenso, moderazione, maturità da parte di tutti.   Forse il Partito democratico oggi più che mai ha bisogno di questi ingredienti”.  

Giacomo Lisacchi

Related posts