“GIORNATA DI ORIENTAMENTO FORMATIVO-INFORMATIVO-SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO”

Print Friendly, PDF & Email

Ha destato molto interesse la “Giornata di orientamento formativo-Informativo-Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro” promossa dalla Confartigianato ennese, che si è svolta, ieri, nella sala convegni dell’Hotel “La Giara” di Pergusa. L’iniziativa ha inteso riunire tutti gli ‘attori’ interessati dai decreti lgs. 81/2008 e 106/09 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare nel settore edile: imprese, lavoratori, autorità di vigilanza, professionisti del settore. Il convegno ha visto gli interventi del direttore dello Spresal Asp di Enna, Giuseppe Mazzola, del medico specializzato in medicina del lavoro, Giovanni Mangione, dello psicologo, esperto in materia di sicurezza, Nino Battiato, di Silvestro Giamblanco, dell’Ispettorato provinciale del Lavoro,

  di Anna Cammarata, funzionaria dell’Inail, di Valentino Gallina, dell’Upg-Spresal Asp n.4, e di Salvatore Costa, presidente provinciale Anaepa. Nel saluto di apertura, il presidente provinciale della Confartigianato, Mario Signorello Cascio, ha ricordato l’importanza fondamentale della sicurezza nei luoghi di lavoro. “La sicurezza è fattore primario –ha spiegato Cascio- per le imprese e bisogna viverlo non come un peso, un fardello da sopportare, ma come un’opportunità di crescita, un’occasione per passare ad un tipo di gestione d’impresa più efficiente e moderna”. A sottolineare “la finalità importantissima di divulgare quella che è la cultura della sicurezza nei posti di lavoro nel nostro territorio” è stato anche il dott. Mazzola. “Un’opportunità –ha detto-, per noi che rappresentiamo l’organo di vigilanza territoriale, per portarvi a conoscenza le novità delle leggi e delle normative di riferimento che possono aiutare le imprese ad affrontare situazioni di difficoltà con maggiore consapevolezza”. A chiudere i lavori è stato il segretario regionale, Salvatore Puglisi, che ha detto chiaro e tondo che sanzioni  e responsabilità sono a carico anche del cittadino-committente, “figura importante per la garanzia delle imprese che lavorano nella legalità”.  “Esortiamo tutti i privati –ha aggiunto- ad affidare i lavori esclusivamente ad imprese che rispettano tutti i requisiti tecnico-professionali. Inoltre, chiediamo alle Istituzioni di non  soffermarsi a controllare soltanto quei cantieri che sono di facile visibilità, ma verificare anche quei lavori che si svolgono all’interno delle abitazioni private. Solo così si può eliminare il marcio dell’abusivismo che sta distruggendo il sistema economico siciliano”. Alla fine del seminario sono stati distribuiti gratuitamente ai partecipanti dei “Kit sicurezza”.

Pietro Lisacchi

Related posts