NEO-MAGGIORENNE PREGIUDICATO, RESOSI IRREPERIBILE ANCORA UNA VOLTA RINTRACCIATO E RICOLLOCATO IN COMUNITÀ DAI POLIZIOTTI ARMERINI

Print Friendly, PDF & Email

Nella mattinata scorsa, gli uomini del Commissariato di Piazza Armerina – diretti dal Commissario Capo Gabriele Presti –  hanno eseguito l’esecuzione del rintraccio e collocamento  presso la Comunità Penale Maschile di Caltanissetta di un giovane, con pregiudizi di polizia, arrestato circa due mesi fa – allora ancora minorenne – per alcuni furti in abitazione, per porto ingiustificato di un coltello, danneggiamento e  violazione di domicilio ai danni di alcune abitazioni site in contrada Saldano-Rabbuggino , agro di Piazza Armerina.  Il ragazzo, oggi maggiorenne – originario di Mirabella Imbaccari – in quella circostanza fu collocato in un istituto di Catania, e successivamente trasferito presso la comunità per minorenni di Caltanissetta,

  per poi sottrarsi alla misura ed essere nuovamente rintracciato ed arrestato dai poliziotti armerini circa un mese fa.  Questa volta, il ragazzo, fuggito nuovamente dall’istituto, era stato accompagnato negli uffici del Commissariato armerino dal proprio padre, il quale riferiva di averlo incontrato proprio nella città dei mosaici, mentre lo stesso si aggirava in una piazza del centro, sapendo che il figlio  avrebbe dovuto essere ristretto presso la comunità penale maschile di Caltanissetta, ove risultava sottoposto alla Misura Cautelare del collocamento in Comunità.
   Rintracciato il giovane, i poliziotti armerini, dunque, ripristinavano la misura restrittiva, ponendo  il neo maggiorenne a disposizione dell’Autorità giudiziaria minorile di Caltanissetta, presso l’istituto per minorenni del medesimo centro. 

Related posts