VERTENZA PRECARI E OPERAZIONE 100.000

Print Friendly, PDF & Email

La FLC CGIL, sulla base della sentenza del tribunale di Siena con cui si riconosce il diritto di trasformazione di rapporto di lavoro da tempo determinato ad indeterminato, ha deciso di aprire una vertenza a livello Nazionale, Regionale e Territoriale per la stabilizzazione dei precari che hanno una triennalità di servizio possibilmente continuativo negli ultimi anni e che sono inseriti nelle graduatorie per le immissioni in ruolo. Giorno 17 dicembre c.a alle h. 16/30 si è tenuta una prima riunione nella sala Paolo Morante della CGIL  per avviare le procedure del ricorso. Più di settanta sono stati i partecipanti tra Ata e docenti interessati. Si tratta per lo più di precari che per tanti anni hanno lavorato nel mondo della scuola

  e nell’ultimo anno o due sono stati drammaticamente tagliati fuori. La seconda riunione si terrà mercoledì 19 gennaio sempre alla CGIL alle 16 e 30 e saranno convocati anche i precari che hanno i medesimi requisiti e che quest’anno hanno ottenuto l’incarico annuale. La vertenza si lega alla campagna lanciata dalla flc cgil nazionale  “operazione centomila” attraverso cui si intende dimostrare al Ministero che, superando la distinzione tra organico di fatto e organico di diritto (sostegno e spezzoni), nel 2010/2011 ci sarebbero posti per stabilizzare almeno 100.000 lavoratori del mondo della scuola di cui 61.000 docenti e 39.000 ATA e che la stabilizzazione degli stessi consentirebbe anche un risparmio complessivo per lo Stato.

Related posts