ASP ENNA: CAMPAGNA DI PREVENZIONE TUMORE MAMMELLA

Print Friendly, PDF & Email

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna ha avviato  la campagna di prevenzione dei tumori. Il Direttore Generale, dott. Baldari,  con grande soddisfazione, presenta la Campagna Regionale Prevenzione Tumori con un testimonial d’eccezione, la dott.ssa Giuliana Perrotta, Prefetto di Enna. La dott.ssa Perrotta, infatti, fotografata nel suo Ufficio, ha dichiarato che “Come Prefetto e come Donna credo nella prevenzione in tutti i campi”. Il primo screening avviato è quello relativo alla prevenzione dei tumori alla mammella. La popolazione target è composta dalle donne dai cinquanta ai sessantanove anni: si inizia con la popolazione femminile dei Distretti Sanitari di Piazza Armerina e Leonforte per poi successivamente estendere la campagna ai Distretti di Enna e Nicosia. L’Azienda sta inviando, dal mese di dicembre,  una personale lettera di invito con i numeri telefonici a cui ci si può rivolgere per fissare l’appuntamento. Complessivamente, saranno chiamate 21.618 donne per il tumore alla mammella, 48.304 donne per la prevenzione del tumore alla cervice uterina e, infine,  40.756 tra uomini e donne per la campagna screening tumore colon retto. La campagna durerà due anni e vedrà coinvolti reparti ospedalieri e territoriali per la buona riuscita del progetto.  Parte, quindi, ufficialmente la campagna rivolta alle donne residenti nel comune di Piazza Armerina (in tutto 2680) che hanno  ricevuto  la lettera d’invito a presentarsi con la data indicata presso il reparto di Radiodiagnostica del Presidio Ospedaliero Chiello, diretto dal dott. Gaetano Alberghina,  per   sottoporsi alla mammografia. “La mammografia è una radiografia al seno, i moderni mammografi emettono dosi molte basse di raggi X, che non sono nocive per la salute – dichiarano i medici che conducono la campagna di prevenzione – Serve a scoprire eventuali alterazioni asintomatiche al seno che trattate tempestivamente consentono di ottenere significative percentuali di guarigione. In caso di esito positivo, se saranno necessari ulteriori accertamenti a seguito  dell’esame svolto, la persona sarà contattata al fine completare l’iter diagnostico.”
La campagna screening dell’ASP di Enna è coordinata dal dott. Salvatore Madonia, responsabile Servizio Igiene e Sanità Pubblica e dal dott. Emanuele Cassarà, Direttore dei Presidi Ospedalieri di Enna e Piazza Armerina.

Related posts