SI AVVICINA LA REALIZZAZIONE DELLA PISTA CICLABILE PRESENTATA DAL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA E CHE UNISCE LA CITTÀ CON CALTAGIRONE.

Print Friendly, PDF & Email

Il progetto,  denominato, “Green way extraurbana dedicata “Parco lineare” sul sedime ex linea ferrata a scart. ridotto Caltagirone – P.zza Armerina – Dittaino” era stato dichiarato finanziabile per € 3.299.079,53 egià nella graduatoria pubblicata il 23 Aprile 2010 in gazzetta ufficiale, grazie a un punteggio di 67,00 che lo collocava all’11° posto. Successivamente, a seguito di ricorsi, la graduatoria era stata sospesa e ripubblicata nel luglio quando veniva impegnata la somma complessiva di €. 16,480.000,00, ma ancora una volta annullata e riapprovata nell’ottobre 2010 per essere definitivamente esitata anche dalla Corte dei Conti nelle scorse settimane.

Il progetto di Piazza è riuscito a superare tutte queste difficoltà, pur perdendo un posto in graduatoria e risulta tra i progetti ammissibili a finanziamento. «Fino a luglio erano disponibili immediatamente 16,4 milioni su oltre 45 che il Po Fesr mette a disposizione della linea d’intervento sulle greenways informa il sindaco Nigrelli – ma l’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della mobilità ha deciso di mobilizzare l’intera somma e poiché il totale dei progetti finanziabili è appena superiore a 37 milioni di euro, vuol dire che in tempi brevissimi potremo avere il decreto di finanziamento dell’opera che riguarda Piazza.»
La green way del Comune di Piazza vede il piano S. Ippolito come terminale della tratta che raggiunge il confine con il comune di S. Michele di Ganzeria, dove la pista ciclabile è già realizzata. Essa è in stretta relazione con l’analogo progetto del comune di Caltagirone che è al settimo posto della graduatoria e con quello della provincia regionale di Enna che è al decimo posto.
«Questo progetto assume una importanza ancora maggiore adesso che sta per nascere il Distretto turistico che vede le città collegate dalla ex tratta ferroviaria unite in una scommessa che potrebbe portare economia e sviluppo stabili alla nostra città – conclude il Sindaco – e che vede un sempre maggiore protagonismo del cicloturismo locale che con la Piducchiusa ha ormai una riconoscibilità nazionale. Per questo motivo giovedì il nostro comune, insieme a quello di Caltagirone chiederà all’assessore di inserire a finanziamento anche la manutenzione del pezzo relativo a S. Michele di Ganzeria che è il primo dei progetti esclusi»

 

Related posts