L’ASSESSORE SAVARESE REPLICA ALLE CRITICHE AVANZATE DAL CONSIGLIERE SCILLIA

Print Friendly, PDF & Email

L’Assessore comunale Luigi Savarese replica con la seguente dichiarazione alle contestazioni del Consigliere Comunale dell’MPA, Biagio Scillia, che ha contestato i lavori della III Commissione Consiliare e, in particolar modo, ha contestato l’iniziativa dell’amministrazione comunale sul nuovo canile, sottolineando come lo stesso sia un progetto poco chiaro con un iter più che decennale. “Spiace dover prendere atto che il Consigliere Scillia, del quale ho avuto modo di apprezzare la serietà e l’onesta intellettuale nello svolgere il proprio mandato di Consigliere Comunale, si sia questa volta allineato alla parte più demagogica dell’opposizione presente in Consiglio”. “Voglio infatti ricordare al consigliere Scillia – prosegue l’Assessore Savarese – come il progetto del nuovo canile comunale sia stato oggetto di esame nel corso di diverse sedute di Commissione e, in ultimo, di un’apposita seduta di Consiglio Comunale che ha visto l’approvazione di una risoluzione di mozione all’unanimità. Per cui sul progetto del canile c’è conoscenza e condivisione da parte di tutti i consiglieri comunali”.
“Questo progetto – aggiunge Savarese – è in discussione solo da due mesi e vede il comune impegnato nell’ipotesi di realizzazione di una struttura autonoma che dovrebbe essere realizzata ristrutturando la struttura già acquisita dell’ex Consorzio Agrario in C.da Scarlata. Questa soluzione, unanimemente condivisa, consentirebbe di realizzare un canile in grado di ospitare 600 animali con un costo di realizzazione pari a un milione e mezzo di euro. Tale costo sarebbe brevemente ammortizzabile, soprattutto se prendiamo in considerazione del fatto che il nostro Comune spende, attualmente, circa 350mila euro all’anno per usufruire di una struttura privata al di fuori del territorio comunale”.
“Siamo quindi nella fase di reperimento del necessario finanziamento che potrebbe avvenire, compatibilmente con le esigenza generali di bilancio, accedendo ad un prestito con la Cassa Depositi e Prestiti”.
“Come è possibile constatare facilmente – conclude Savarese – stiamo parlando di progetti e di azioni concrete finalizzate a trovare una soluzione valida ad un problema, questo si, decennale”.

Related posts