SERVIZIO STRAORDINARIO DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI ENNA

Print Friendly, PDF & Email

Si è concluso ieri nelle tarda serata un servizio Straordinario effettuato da oltre 50 Carabinieri  della Compagnia di Enna, coadiuvati da personale specializzato del Nucleo Anti-Sofisticazioni dei CC di Catania, meglio conosciuto come NAS e con la preziosa collaborazione di un elicottero proveniente dal 12° Elinucleo dell’Arma di Catania, che si è svolto sul territorio dell’intera giurisdizione. Le operazioni sono state diverse, tra cui numerosi posti di controllo e di blocco alla circolazione stradale, la verifica di esercizi commerciali, il controllo amministrativo ai possessori regolari di armi di armi, la verifica di tutti i soggetti sottoposti a vario titolo a misure restrittive della libertà ed altre mirate attività. I risultati conseguiti grazie alla straordinaria professionalità dei  militari che hanno operato sono stati eccellenti, infatti durante il servizio sono: 1.      Stati arrestati: a.       LEANZA Filippo, leonfortese incensurato di 24 anni, che al termine di una lunga attività di osservazione è stato colto il possesso di circa 20 grammi di “marijuana” già divisi in 10 stecche pronte per essere vendute. Lo stupefacente era stato sapientemente nascosto dietro una cassettiera della cucina, l’accurata perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire sempre all’interno della cucina, ma questa volta sopra il tetto di un pensile, anche un bilancino elettronico di ultimissima generazione con cui le dosi di stupefacente potevano essere suddivise con precisione.  Il giovane al termine delle formalità di rito veniva associato presso la casa circondariale di Nicosia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria  nicosiana.

b.      FICHERA Alfio, nissorino di 40 anni al quale è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare, con sottoposizione agli arresti domiciliari per “furto” e “indebito utilizzo di carta di credito”, emessa dal Tribunale di Catania. Fu infatti proprio nel capoluogo etneo che nel febbraio scorso vennero rubate le carte di credito trovate in possesso del FICHERA e con le quali l’uomo aveva effettuato già una serie di acquisti e prelievi.

2.      Stati deferiti in stato di libertà:

a.       Minore anni 18, per “furto”. Il ragazzo dopo aver derubato una signora della sua borsa ed essersi dato alla fuga è stato in breve rintracciato ed in suo possesso sono stati trovati i cellulari ed il denaro asportati dalla borsa. Successive accurate ricerche hanno premesso di rinvenire la borsa e gli altri oggetti ivi contenuti. La refurtiva veniva immediatamente riconsegnata alla legittima proprietaria.

b.      Per danneggiamento due giovanissimi studenti,  che dopo aver imbrattato le pareti di un edificio sono stati trovati in possesso delle bombolette spray con cui poco prima avevano realizzato le scritte non autorizzate.

c.       A. C., quarantenne operaio, per “porto di armi od oggetti atti ad offendere”. L’uomo durante un controllo di polizia è stato trovato in possesso di un coltello serramanico di genere vietato.

d.      D. A., per “trasgressione degli obblighi imposti”, l’uomo nonostante, a causa di pregressi problemi con la giustizia, avesse delle restrizioni alla sua libertà è stato colto alla guida dell’auto della moglie in un luogo ed in un orario in cui invece sarebbe dovuto essere a casa.

e.       C. G. 24enne pregiudicato, per “falsità materiale commessa da privato” e “uso di atto falso”, in quanto fermato alla guida di un’autovettura è stato trovato in possesso di un contrassegno assicurativo contraffatto;

f.       D. M, 23enne per “”guida senza patente”, il giovane fermato alla  guida di un’autovettura di proprietà del padre era privo della patente di guida poiché gli era stata in precedenza revocata;

g.      S. G., neo diciottenne, per “guida senza patente”, anche lui fermato alla guida di un’autovettura, privo della patente di guida poiché mai conseguita;

h.      S. S., proprietario di un esercizio commerciale poiché responsabile di una serie di  “inosservanze degli obblighi del datore di lavoro, in materia di sicurezza del luogo di lavoro e dei lavoratori”.

i.        P. F., che ha omesso di variare il luogo di detenzione delle proprie armi;

j.        Tre allevatori, che in tre luoghi e in tre episodi diversi, hanno fatto arbitrariamente pascolare le proprie mandrie equine e bovine all’interno dei fondi rustici di altrui proprietà;

Durante il servizio sono state inoltre effettuate:

a.       nr. 98 identificazioni personali;

b.      nr. 67 controlli veicolari.

About Post Author

Related posts