CASARTIGIANI ENNA: “APPROVATA DALLA CAMERA LA DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ DI COSTRUTTORE EDILE E DELLE ATTIVITÀ DI COMPLETAMENTO E FINITURA EDILIZIA”

Print Friendly, PDF & Email

E’ stata approvata  dalla camera la proposta di legge  che reca la  “Disciplina  dell’attività di costruttore  edile e delle attività di completamento e finitura edilizia”. Con la nuova disciplina l’esercizio della professionalità di costruttore viene subordinato alla designazione di un responsabile tecnico, che deve avvenire all’atto di iscrizione dell’impresa alla locale camera di Commercio , presso le quali dovrà essere istituita una sezione speciale dell’edilizia. Tale figura dovrà essere in possesso di determinati requisiti di onorabilità e moralità e di idoneità professionale. L’impresa dovrà documentare altresì l disposizione di attrezzature e mezzi d’opera per un valore minimo di 15 mila euro per le attività  di edilizia e di 7500 euro per le categoria di finitura. Le imprese operanti nel settore dell’edilizia alla data di entrata in vigore della legge ( che ancora  è stata approvata solo dalla Camera ),possono continuare a svolgere per un periodo di dodici mesi  la propria attività , a condizione che comunichino alle Camere di Commercio il nominativo del responsabile tecnico, che dovrà essere alternativamente il titolare, o il socio partecipante al lavoro,o il consiglierei amministrazione, il familiare coadiuvante, il dipendente,l’associato in partecipazione o l’addetto operante nell’impresa.
Sicuramente, commenta Antonio debole, Presidente della CASARTIGIANI, la nuova disciplina  rappresenta un’occasione per regolamentare un settore dove , purtroppo è dilagante il fenomeno dell’abusivismo. Auspichiamo che tale normativa , allorchè sarà approvata dai due rami del Parlamento, possa rappresentare un momento di crescita per la categoria edile, senza tuttavia aumentare  inutili aggravi economici ed amministrativi, ma soprattutto senza eccessive barriere d’ingresso per i soggetti  che intendono iscriversi come imprese edili. Tale comparto infatti è ancora un settore trainante per l’economia provinciale e  rappresenta l’unico settore con un trend di crescita di nuove imprese che nel comparto edile trovano nuove  prospettive occupazionali.