“ARRESTATA PREGIUDICATA CATANESE – TEMPORANEAMENTE DIMORANTE NEL CENTRO AI PIEDI DEI NEBRODI– SORPRESA IN UN CAFFÈ DELLA CITTÀ NICOSIANA, CON ALCUNE DOSI DI SOSTANZA STUPEFACENTE”

Nel pomeriggio di sabato, gli uomini del Commissariato della città di Nicosia hanno proceduto all’arresto di una donna catanese, pregiudicata, tale RAGUSA Mattia, classe 1976, poiché colta nella flagranza del reato di cui all’art. 73 del D.P.R. 309/90, in quanto veniva sorpresa in un caffè della città di Nicosia, in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nonché numerose banconote frutto dell’attività di spaccio, ed un bilancino di precisione, quest’ultimo ritrovato nel motel dove la giovane donna dimorava.  In particolare, il pomeriggio di sabato scorso, gli agenti del Commissariato della città di San Nicola effettuavano un controllo all’interno di un bar del centro, finalizzato alla prevenzione dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. In quel contesto, i poliziotti notavano la RAGUSA alquanto nervosa per la presenza degli Agenti e decidevano, pertanto, di approfondire nei suoi confronti il controllo. E così gli investigatori, dopo aver condotto la donna fuori dal locale, effettuavano la perquisizione. Durante l’attività di P.G., i poliziotti, avendo notato che la donna aveva lasciato all’interno del locale il giubbino, lo recuperavano, rinvenendo all’interno di esso circa 6 grammi di marijuana, idonea a confezionare circa 10 dosi. Durante la perquisizione, inoltre, venivano recuperate le chiavi del motel dove la donna dimorava, nonché la somma di quasi 400,00 euro, suddivisa in numerose banconote, verosimilmente frutto dell’illecita attività di spaccio dello stupefacente.
Recuperate anche le chiavi, gli investigatori nicosiani estendevano la perquisizione alla camera della donna, rinvenendo all’interno, numerosi pezzetti di cellophane, ed un bilancino di precisione, materiale probabilmente utilizzato per il confezionamento dello stupefacente.
In considerazione dei numerosi precedenti inerenti proprio il traffico illecito di sostanze stupefacenti, la marijuana, il materiale per il confezionamento, nonché le banconote rinvenute, la donna veniva arrestata.
Visto, dunque, lo svolgimento dell’azione delittuosa, che implicava, necessariamente la considerazione che la pregiudicata avesse posto in essere un’attività prodromica allo spaccio di sostanze stupefacenti – azione prontamente bloccata dai poliziotti della città di Nicosia – gli investigatori arrestavano la donna, segnalandola, alla Procura della Repubblica di Nicosia, associandola, temporaneamente, presso la Casa Circondariale di Enna, a disposizione dell’A.G. procedente.

About Post Author