ENNA: CONTINUA L’IMPEGNO DEL PARTITO LA DESTRA SULLA TUTELA AMBIENTE.

Print Friendly, PDF & Email

Facendo seguito all’attuazione del piano energetico e di tutela ambientale presentato giorni fa dal responsabile provinciale del partito in materia ambientale ed energetica, Antonino Bevilacqua,  Gaetano Di Maggio, segretario provinciale del partito fa sapere che, in Italia da diversi anni esiste un ente chiamato COBAT, ossia Consorzio Nazionale Batterie Esauste. Parliamo naturalmente di accumulatori energetici non più funzionanti, di grandi e piccoli dimensioni, comunemente utilizzati in tutto il nostro quotidiano, dalle autovetture ai più comuni apparecchi portatili sino ad arrivare ai piccoli apparecchi tascabili, e della necessità di smaltire tali prodotti. Anche se può sembrare di avere scoperto l’acqua calda, spiega Di Maggio, forse non tutti sanno che tali accumulatori contengono materiali come piombo, nichel e mercurio, sostanze altamente nocive per l’ambiente e l’essere umano; le quali se in qualsiasi modo dovessero essere assorbite dal nostro organismo, diventerebbero fonte certa di patologie tumorali ad alta aggressività. Prodotti quindi che non possono e non devono essere conferiti in discarica in quanto contengono sostanze e liquidi con un alto tasso inquinante. Poiché ci siamo già attivati per concordare con COBAT Roma la soluzione a tale problematica, gli stessi ci fanno sapere che ormai da anni sono disponibili a stipulare delle convenzioni totalmente gratuite con le pubbliche amministrazioni, compresa le società che detengono la gestione dei rifiuti, in modo da ottemperare alla raccolta di tali accumulatori senza nessun costo per la collettività. Anzi, da COBAT Roma, continua Di Maggio, ci fanno sapere che, nel concreto, sono immediatamente pronti a dotare tutte le amministrazioni che ne facessero richiesta, di appositi contenitori e/o isole da cui attingere alla raccolta periodica, ripeto senza nessun costo e tutto a totale carico di COBAT Roma, tramite proprie aziende specializzate al trasporto di tali sostanze. Conclude Di Maggio, informeremo tutte le amministrazioni sensibilizzando anche la Provincia Regionale di Enna  affinché siano immediatamente attivate le procedure necessarie perché tale opportunità totalmente gratuita, diventi una realtà. Inizieremo dal Comune di Barrafranca dove il partito è rappresentato, in seno al consesso civico, dal Consigliere comunale Angelo Ciulla, comune dove La Destra è in giunta con il suo assessore Salvatore Balsamo, chiedendo un incontro con il primo cittadino. Inutile parlare dell’importanza dei controlli nel differenziare tale rifiuto cosi nocivo per la salute di ciascuno di noi. Controlli che servono a poco se non si avvia una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul problema.

Gaetano Di Maggio

Related posts