RIFIUTI: CARLO GAROFALO COORD.PROV.COMITATI CITTADINI ENNESI SU TARSU PER GLI ANNI 2009 E 2010.

Print Friendly, PDF & Email

Nei prossimi giorni il Consiglio Comunale di Enna sarà chiamato a ratificare, su proposta del Sindaco, le delibere della Giunta Municipale n. 83 del 20/04/10 e n. 126 del 25/05/10 che hanno determinato la Tarsu per gli anni 2009 e 2010. Nella proposta si legge che tale ratifica può essere “la possibile risoluzione del problema, atteso che le sentenze della CTP di Enna potrebbero generare ripercussioni a carico dell’Ente”. Dal tenore della proposta emergono due fatti importanti: – il Sindaco ritiene che le ripercussioni a carico dell’Ente (spese processuali e mancati introiti) possono essere gravi; – il Sindaco ritiene che tale atto può essere (non c’è certezza!) una soluzione, lasciando presagire che anche questo percorso non è del tutto legittimo. Nella proposta di ratifica si legge, tra l’altro, che si individua nel Consiglio Comunale l’Organo preposto a determinare le tariffe. Alla fine, quindi, dopo tante certezze dispensate nelle varie sedi e grazie all’ulteriore conferma della CTP di Enna, anche il Sindaco, ieri sicuro dei suoi atti, incomincia a nutrire dei dubbi. Vorremmo soltanto dire e ricordare al Sindaco e alla Giunta Municipale che ormai il tempo è scaduto!. Infatti, troppe volte eravamo venuti in soccorso del Sindaco, chiedendo di annullare in autotutela gli atti deliberativi, a nostro modo di vedere illegittimi, e stabilire tariffe legittime facendole approvare agli Organi competenti. Lo avevamo fatto noi nel mese di luglio 2010 e reiterato nel Consiglio Comunale del 2 marzo 2011; lo stesso Consiglio Comunale nel mese di Agosto 2010 aveva approvato un ordine del giorno di tale portata.
Perché un ripensamento quando la partita è finita? Forse, il tentativo è quello di coinvolgere il Consiglio Comunale nelle responsabilità che non gli appartengono?
Noi invitiamo il Consiglio Comunale a non approvare tale ratifica, in quanto la riteniamo illegittima, tardiva e lesiva degli interessi generali della città; invitiamo il Sindaco e la sua Giunta, ancora una volta, a ritirare in autotutela le delibere per le quali loro stessi  nutrono qualche dubbio; invitiamo la Giunta Municipale a proporre al Consiglio Comunale l’applicazione per gli anni 2009 e 2010

dell’ultima tariffa legittima che in sostanza è quella pagata dai cittadini ennesi nell’anno 2003, predisponendo i rimborsi per quel 30% di cittadini che hanno pagato le bollette con una tariffa quasi doppia rispetto a quella del succitato anno 2003.
Per quanto ci riguarda ci assumeremmo l’onere, in questo caso, di invitare la cittadinanza a pagare tale tariffa e  attendiamo ancora il tavolo tecnico per determinare  per l’anno 2011 una tariffa non solo legittima, ma soprattutto equa.

IL COMITATO

Associazioni aderenti:
– Comitato Piazza Kennedy                          – Associazione I Zanni
– Comitato Enna Bassa                                  – Associazione Opera
– Associazione Altrementi                               – Centro Studi Sen. Romano
– ANAP Confartigianato                                – GAP: Gruppo Acquisti Popolare
– Associazione Crescere Insieme
– M.D.C. (Movimento Difesa del Cittadino)
– Uniti per cambiare
– Associazione Enna in movimento
– Mondoperaio
– Confcooperative
– Noi Consumatori
– CNA Pensionati
– Associazione Fendinebbia
– Comitato Cittadino di Enna
– Coord.Prov.le Comitati Cittadini Ennesi
– Movienbas
– AISM

About Post Author

Related posts