ENNA: CELEBRAZIONI 159°ANNIVERSARIO POLIZIA DI STATO – UNIVERSITÀ KORE ENNA

“C’è più sicurezza insieme”: questo il tema della Festa della Polizia per il 159° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato che si svolgerà presso l’Auditorium dell’Università Kore di Enna, sabato 21 maggio. Lo slogan “C’è più sicurezza insieme” e la Storia, saranno i fili conduttori del 159° anniversario della fondazione della Polizia, che oggi ancor di più “rende  partecipe la società delle strategie della sicurezza cercando dialogo, contatto e collaborazione con il mondo dell’imprenditoria, delle amministrazioni pubbliche,  con le società di servizi, con le associazioni di categoria e soprattutto con il singolo cittadino, invitando tutti a dare un contributo al raggiungimento del bene comune”, sono queste le parole del Sig. Questore della Provincia, dott. Salvatore Patané, per invitare le istituzioni e la collettività a partecipare all’evento. Per consolidare il rapporto di vicinanza e collaborazione con la gente la Polizia di Stato celebra quest’anno il suo doppio anniversario: quello dei 159 anni di vita e quello dei suoi 30 anni dalla sua ultima trasformazione, avvenuta con la smilitarizzazione nel 1981. La Polizia viene paragonata, dunque, ad una grande nave che mantiene la giusta rotta e che nel corso della navigazione cerca di far salire tanta gente amica. Nonostante i cambiamenti delle nostra società, la Polizia nel corso degli anni ha avuto “capacità di stare nel vento” ovvero è riuscita a stare al passo con i tempi per 159 anni.
Un compleanno, un anniversario, una ricorrenza rappresentano momenti di passaggio, di movimento, ma anche attimi di riflessioni e di consuntivi. E anche la polizia, per il 159° anniversario della fondazione, tira le somme e si ferma a pensare e a raccontare quello che ha fatto in un anno.
Le cerimonie quest’anno avranno come tema ricorrente, come filo conduttore che unisce tutte le iniziative, la storia. Quest’anno infatti si celebrano i 159 anni della polizia; ma si festeggiano anche i 150 dell’unità d’Italia ed i 30 anni della Polizia di Stato.
Oltre un secolo e mezzo nel quale la polizia pur cambiando nomi, organizzazione e incarichi ha sempre accompagnato gli ideali, i progetti e poi la realizzazione di questa unificazione assicurando sempre la legalità e la sicurezza nella nazione. Dalle guardie a cavallo, create in Sicilia da Giuseppe Garibaldi e di cui i reparti a cavallo della Polizia di Stato sono gli eredi, sino agli “apparitori”, i bisnonni dei nostri investigatori delle squadre mobili, che nelle città, oggi come allora, contrastano e arrestano ladri e rapinatori, la Polizia ha dimostrato sempre di sapersi guadagnare la stima e il rispetto della società civile. Con un mix di tradizione e innovazione, radici storiche e flessibilità, le nostre “giacche blu” in questi 159 anni hanno aiutato la nascita e la crescita di questo Paese cercando sempre il rapporto di integrazione con la parte migliore della collettività richiedendo comprensione, collaborazione e gioco di squadra.
Un gioco di squadra che si sintetizza nello slogan che anche quest’anno il Capo della Polizia Antonio Manganelli ha voluto che accompagnasse la celebrazione: “C’è più sicurezza insieme”.
Inoltre, quest’anno, per rimarcare il concetto di vicinanza alla gente, la Polizia di Stato, ha avviato l’iniziativa che vedrà la sua rivista ufficiale, “Polizia Moderna”, abbinata al periodico Gente, uno dei settimanali a maggior diffusione nazionale, per l’uscita del prossimo 23 maggio, dedicato proprio al 159° anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Sicuramente un’occasione per allargare il dialogo sulla legalità e sulla sicurezza a tante famiglie italiane, su un periodico che da sempre offre informazioni e spunti di riflessione sui costumi e la società di oggi.
Le celebrazioni del 159° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato – sabato 21 maggio 2011 alle 10.00 presso l’Auditorium dell’Università  – (mentre quella nazionale è programmata per il 20 maggio a Piazza del Popolo a Roma) saranno sì un momento di festa, ma anche di confronto e di crescita, perché solo con il concorso di tutti i protagonisti della società civile può essere garantito il bene della sicurezza.

In sintonia con la filosofia di prossimità sono state organizzate iniziative di contatto con la cittadinanza mediante l’allestimento di stand con materiali, tecnologie e mezzi in dotazione alle varie Specialità e Specializzazioni della Polizia di Stato, in grado di esaltare la professionalità degli operatori e la qualità dell’impegno profuso a favore della collettività.

In particolare, all’interno del plesso dell’Università KORE, nell’area espositiva esterna, saranno presenti:
– Personale specializzato della Squadra Cinofili guiderà i cani nella ricerca simulata di sostanze stupefacenti e di persone;
– Gli operatori della Squadra Volanti esporranno i mezzi e le apparecchiature tecnologicamente all’avanguardia di cui sono dotati, quali le nuove autovetture alfa romeo 159 e le moto utilizzate nel servizio di controllo del territorio.
– I poliziotti di Quartiere, come sempre, stabiliranno un particolare contatto con la cittadinanza in generale ed i più piccoli in particolare, sfoggiando anche i particolari scooter di cui sono dotati.
– Gli operatori della Polizia Scientifica simuleranno l’attività di sopralluogo, allestendo una scena del crimine con laboratori di balistica, chimica, fisica, merceologia e dattiloscopia ove saranno illustrati, attraverso vari computer, tutte le attività svolte dalla Scientifica;
– Gli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni, dotati di postazioni informatiche, daranno dimostrazioni pratiche di navigazione sicura in rete;
– Gli operatori della Polizia Stradale, esporranno i mezzi e le apparecchiature tecnologicamente all’avanguardia di cui sono dotati.
– Gli uomini del Reparto Mobile, esporranno le loro particolari divise ed i mezzi di cui sono dotati ;

Nello spiazzale ove saranno esposte le specialità e le specializzazioni della Polizia di Stato giungeranno bambini e ragazzi, studenti di scuole elementari e medie della città, che potranno osservare le esposizioni e dialogare con i poliziotti, scattando anche delle foto in ricordo della giornata trascorsa insieme agli “amici” della Polizia di Stato.

In piazza sarà inoltre possibile ammirare le diverse auto e le moto della Polizia di Stato, nonché alcune particolari divise utilizzate storicamente dal Corpo delle Guardie di P.S. e dalla Polizia di Stato.

About Post Author