PIAZZA ARMERINA: PER OTTO ANNI PERCEPISCE LA PENSIONE D’INVALIDITA’ CIVILE SENZA AVERNE TITOLO – SCOPERTA E DENUNCIATA DALLA GUARDIA DI FINANZA.

Print Friendly, PDF & Email

I Finanzieri della Tenenza della Guardia di Finanza di Piazza Armerina hanno scoperto e denunciato all’Autorità Giudiziaria una signora piazzese, D.V.N., che dal 2002 intascava una pensione di invalidità civile senza però possederne i necessari requisiti.  Le Fiamme Gialle hanno ricostruito l’importo indebitamente percepito nella complessiva somma di circa 21.000,00 Euro, in danno dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, L’attività di servizio posta in essere, derivante dai compiti istituzionali del Corpo in materia di tutela della spesa pubblica, si inquadra nel più ampio ambito della verifica della reale posizione reddituale/patrimoniale di quei soggetti che, in quanto percettori di prestazioni pensionistiche a carico del bilancio pubblico, devono dichiarare all’Istituto Nazionale per la previdenza Sociale i redditi posseduti che, solo se al di sotto di una determinata soglia, danno diritto di accedere agli aiuti previdenziali. I Finanzieri hanno scoperto così che la suddetta aveva omesso di dichiarare i propri redditi, questi ultimi di consistenza tale da non consentirle di acquisire titolo alle provvidenze pubbliche della pensione d’invalidità civile.

La responsabile è stata denunziata a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna per i reati di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato e falsità ideologica in atto pubblico.

Inoltre, la stessa è stata segnalata al predetto Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale poiché dovrà restituire l’intera somma di 21.000,00 Euro, indebitamente percepita, oltre agli interessi maturati nel periodo.

About Post Author

Related posts