POLIZIA STRADALE: VARI CONTROLLI SULL’AUTOSTRADA A/19

Print Friendly, PDF & Email

Nell’ambito dei controlli predisposti sull’autostrada A/19 Palermo-Catania dalla Sezione della Polizia Stradale di Enna, diretta dal Vice Questore Aggiunto Fabio D’Amore, le pattuglie della Polizia Stradale del Distaccamento di Catenanuova, al comando dell’Ispettore Capo Francesco Mondo, giorno 19 maggio sono intervenute a seguito di incidente, poiché T. C. di anni 33 di San Cataldo, a bordo della sua autovettura, nel percorrere l’autostrada A/19, nei pressi dello Svincolo di Dittaino, perdeva il controllo del veicolo e impattava contro il guard-rayl. Il veicolo a seguito dell’urto capottava ed il conducente, per le ferite subite, veniva accompagnato presso L’Ospedale Umberto I di Enna. Questi dopo le cure di rito, rifiutava di sottoporsi al controllo con l’Alcotest. Per tale motivo è stato denunciato d’ufficio alla Procure della Repubblica di Enna, ai sensi dell’art. 186 e 187 del C.D.S. con la conseguente sospensione della patente di guida. Sempre nella stessa giornata una conducente, A.M. di anni 26, di Catania, sull’autostrada A/19, è stata trovata alla guida di una  SMART, senza aver mai conseguito la patente.  La stessa è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Catania per guida senza patente, ai sensi dell’art.116 CDS. Inoltre, al suo fianco, all’atto del controllo, vi era un pluripregiudicato, C.V. di anni 50, di Catania, che si dichiarava proprietario della suddetta Smart. Da un accurato controllo sui dati identificativi del telaio operato dagli Agenti della Polstrada, veniva fuori che il veicolo risultava rubato. Per tale motivo il veicolo è stato sequestrato ed il passeggero è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Catania per ricettazione. Infine, il conducente, nonché proprietario di un carro attrezzi ( M.A di anni 51 di Catania), è stato denunciato alla Procura della Repubblica  di Catania  sempre per il reato di  ricettazione, in quanto, fermato da pattuglia, a seguito del controllo dei dati identificativi del veicolo, veniva accertato che i numeri del telaio erano stati alterati per non consentirne l’identificazione.

About Post Author

Related posts