MARIO MAZZA ,ALUNNO DELLA S.M.S. “N. SAVARESE”, SI È AGGIUDICATO IL PRIMO PREMIO DEL CONCORSO ”NICHOLAS GREEN”

Print Friendly, PDF & Email

Cari mamma e papà, Tutti dicono che morendo si vada in un posto migliore, ma il posto migliore per me è stato stare con voi. Nei miei ultimi istanti mi sentivo confortato perché eravate accanto a me, stringendomi la mano. Quante volte ti ho sentito piangere accanto al mio letto, mamma… e io lì a non poterti consolare, abbracciare, per tranquillizzarti, e dirvi vi voglio bene. Sono orgoglioso di voi , avete preso una decisione difficile ma giusta. Avverto il vostro dolore ma io sarò per sempre con voi perché vivo nelle 7 persone a cui ho dato una nuova vita. Papà ti ricordi che, ritornando a Roma, giocavamo a fare i soldati e tu mi dicesti:- Il tuo nome sarà famoso in tutto il mondo! Beh … quella fama non l’ho guadagnata con la forza di soldato, ma con la mia vita. ——————————————————————————————————–

Mario Mazza ,alunno della S.M.S. “N. Savarese”, si è aggiudicato il primo premio del concorso ”Nicholas Green”- sez. istituti di istruzione secondaria di 1° grado- XVI^ edizione.
Il ricordo di Nicholas e il gesto d’amore dei suoi genitori nel donare gli organi del proprio figlio per ridare la speranza a sette persone, testimoniano come sia importante promuovere la cultura della donazione degli organi.
L’alunno, usando un linguaggio semplice e spontaneo, ha immaginato di essere il piccolo Nicholas e ha scritto una lettera ai suoi genitori.
Con questa lettera, ha detto Mario, “ ho voluto esaltare il gesto amorevole e solidale dei genitori di Nicholas Green perchè hanno donato la vita a sette persone piene di speranze. Ognuno di noi nelle proprie case e famiglie ha sofferenze e dolori che con fede superiamo. Io ammiro i genitori di Nicholas perchè nel dolore della morte del proprio figlio sono riusciti ad andare avanti”.
Il primo premio vinto dal giovane Mario è motivo di orgoglio per la nostra scuola che ancora una volta si distingue per il talento dei suoi alunni e l’impegno dei docenti nel sensibilizzare gli alunni su temi di così alto valore formativo.

About Post Author

Related posts