“DETENEVANO ILLEGALMENTE CIRCA 70 (SETTANTA) GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE DI TIPO HASHISH IN MACCHINA: DUE GIOVANI LEONFORTESI ARRESTATI.

Print Friendly, PDF & Email

Nella tarda serata di ieri, gli uomini del Commissariato di Leonforte – diretti dal Commissario Capo Salvatore Tognolosi – hanno proceduto all’arresto di due giovani, S.T. e G.G., diciottenni, per detenzione illegale di circa 70 (settanta) grammi di sostanza stupefacente di tipo hashish. In particolare, nella serata del pomeriggio di sabato 5 Giugno, personale del commissariato leonfortese, impegnato in appositi servizi di contrasto al traffico degli stupefacenti, notava due giovani che, a bordo di ciclomotore, lasciavano il centro abitato di Assoro, in direzione Leonforte. Successivamente, circa dieci minuti dopo, il medesimo personale notava gli stessi giovani, a bordo del suddetto motoveicolo, fare ritorno repentinamente verso il comune assorino. Visto il fare sospetto e guardingo dei due, e la stranezza data dal fatto che i giovani in questione si erano da poco allontanati dal centro del paese, in direzione di Leonforte, per farvi rientro poco dopo con fare affrettato, i poliziotti decidevano di fermare e controllare i due, che venivano perquisiti sulla strada provinciale 7/B.
L’atto dava esito positivo. All’interno del bauletto “porta-casco” del suindicato ciclomotore, infatti, venivano rinvenuti circa 70 (settanta) grammi di sostanza stupefacente di tipo hashish. I giovani non sapevano dare spiegazioni in merito allo stupefacente, e fornivano versioni contraddittorie ed incoerenti. In virtù di tali incongruenze, e del considerevole quantitativo di stupefacente, utile a confezionare decine di dosi, gli stessi venivano pertanto tratti in arresto e condotti presso la casa circondariale di Nicosia.
Sulla scorta di quanto accertato, i due giovani, venivano deferiti alla Procura della Repubblica di Nicosia, in stato di arresto  per l’indicato reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ponendoli, a disposizione dell’A.G. procedente presso la casa circondariale Nicosiana.

About Post Author

Related posts