CONTINUANO LE INDAGINI VOLTE ALL’IDENTIFICAZIONE DEL CADAVERE TROVATO NEL POZZO DI AGIRA

Print Friendly, PDF & Email

Sono ancora in corso le indagini di polizia giudiziaria che il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Enna,  sta effettuando in merito al rinvenimento del cadavere, non ancora identificato, all’interno di un pozzo artificiale il 12 gennaio del 2010 sito in contrada Buzzoni del Comune di Agira. I Consulenti Tecnici nei mesi scorsi hanno fornito indicazioni sia sulle caratteristiche fisiche che sulla presumibile epoca della morte del cadavere: trattasi di persona di sesso maschile, di razza bianca, di quarant’anni circa alto circa 175 cm, stabilendo l’epoca della morte a 12-36 mesi prima del ritrovamento. I militari sotto il coordinamento della Procura di Nicosia, dopo aver svolto un’attenta analisi comparativa tra le caratteristiche del cadavere ritrovato e quelle dei tanti scomparsi denunciati in Sicilia, hanno selezionato alcuni soggetti che per età, caratteristiche fisiche ed epoca della scomparsa possiedono maggiori compatibilità con parametri indicati. La Procura della Repubblica di Nicosia ha disposto il prelievo di campioni biologici, su base volontaria, dei familiari dei citati scomparsi. I Carabinieri del NORM in questi giorni stanno prelevando, mediante tampone salivare sterile, campioni di saliva dai familiari di alcuni degli scomparsi  della provincia di Enna, Catania e Caltanissetta, i reperti verranno poi trasmessi al laboratorio di Biologia del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri Messina, dove militari specializzati attraverso i più sofisticati macchinari elettronici potranno estrarre il DNA e compararlo con quello del cadavere.

About Post Author

Related posts