PIAZZA ARMERINA. ACCOLTI DALL’ASSOCIAZIONE DON BOSCO 2000 12 PROFUGHI NIGERIANI PROVENTIENTI DALLA LIBIA. OGGI INAUGURAZIONE DELLA CASA DI ACCOGLIENZA

Print Friendly, PDF & Email

Piazza Armerina. Si inaugura domani la Casa di Accoglienza Mamma Margherita con l’arrivo di 12 immigrati nigeriani tra cui 8 donne, una bambina di 6 mesi, provenienti scappati dalla guerra in Libia e sbarcati il 15 giugno a Lampedusa su un barcone partito da Bengasi. Gli immigrati, inviati dalla protezione civile di Palermo, sono stati accolti ieri nella struttura di Largo San Giovanni gestita dall’associazione Don Bosco 2000, dal Vescovo Mons. Michele Pennisi, dai ragazzi dell’oratorio salesiano e dallo staff della Casa di Accoglienza Mamma Margherita. Domani, 24 giugno, alle 16.30, con una messa celebrata dal Vescovo, dall’ispettore dei salesiani di Sicilia Gianni Mazzali e da don Fortunato Di Noto presidente nazionale dell’associazione Meter, comincerà la manifestazione di inaugurazione con la presenza di Giuliana Perrotta, prefetto di Enna, di Calogero Ferrotti, Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Enna, di Baldassare Daidone, Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri  di Enna; di Gabriele Presti, Commissario della Polizia di Stato di P. Armerina, di Rosario Scotto Di Carlo, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di P. Armerina, e di Lina Grillo, Assessore Servizi Sociali Comune di P. Armerina. Dopo gli interventi delle autorità interverranno Anna Razionale, Ispettrice delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Sicilia e Gianni Mazzali, Ispettore dei Salesiani Don Bosco di Sicilia. Dice il Vescovo Michele Pennisi “L’arrivo di 12 immigrati nella struttura di proprietà dell’Opera Pia è un importante evento per la nostra diocesi. Peraltro il modello di ospitare piccoli gruppi nelle città è il modo migliore per accogliere ed integrare queste persone che fuggono dalla guerra. La nostra diocesi si mette a disposizione per alloggiare i fratelli africani a prescindere dalla loro religione, in uno spirito di accoglienza ed integrazione”. Dopo la messa comincerà una tavola rotonda dal titolo “Donne in difficoltà: l’importanza dell’intervento in rete ”moderata dalla responsabile della struttura di accoglienza, la Cinzia Emanuela Vella, psicologa, che dice. “Accogliere per noi gli immigrati proprio il giorno della inaugurazione della casa di accoglienza per donne in difficoltà Mamma Margherita è un importante segno, vuol dire che siamo sulla buona strada. La nostra associazione si sta specializzando nell’accoglienza degli immigrati ma anche in quella di donne in difficoltà provenienti dalle città italiane. Si tratta sempre di donne ma gli interventi sono diversificati”.  Alla tavola rotonda parteciperanno Francesco Pallini, Giudice Tribunale per i minorenni di Caltanissetta; David Salvucci, Presidente facente funzioni del Tribunale di Enna; Lucia Rubicondo, Responsabile Direttore Distretto ASP N.4 di Enna; Luigi Ramunno, Responsabile Pronto Soccorso ASP N.4; Domenico Politi, Responsabile Medicina Generale ASP N.4; Tina Caliota,  Dirigente Psichiatria ASP N.4; Vinicio Romano, Dirigente SER.T. ASP N.4; Maria Arena, Consultorio Familiare ASP N. 4; Giovanni Randazzo, Neuropsichiatria Infantile ASP N.4; Giuseppe Notaro, Responsabile dei Servizi Affari Sociali Comune di P. Armerina; Maria Grasso, Presidente Associazione Donne Insieme “Sandra Crescimanno”; Maria Teresa Ventura, Centro Italiano Femminile.

About Post Author

Related posts