IN AUMENTO IL NUMERO DELLE IMPRESE (+ 100) NEL SECONDO TRIMESTRE 2011 STABILI LE ISCRIZIONI, IN DIMINUZIONE LE CESSAZIONI.

Print Friendly, PDF & Email

Con più 100 imprese (differenza fra 254 iscrizioni e 154 cancellazioni ), si chiude positivamente l’anagrafe del registro imprese presso la Camera di Commercio di Enna del secondo trimestre del 2011. A  differenza del primo trimestre del 2011 che aveva visto una perdita di 118 imprese il secondo trimestre registra un aumento che porta a 15.939 il totale delle imprese  iscritte al Registro di Enna. Sostanzialmente stabili le iscrizioni  254 in linea con primo trimestre che erano state 287, si registra invece una notevole diminuzione delle cancellazioni che sono state di 154 a fronte di 405 del primo trimestre.

Analizzando i dati più nello specifico, al fine di studiarne le dinamiche all’interno dei vari comparti dell’economia e le relative modifiche rispetto alle forme giuridiche delle imprese, si evidenzia nel secondo trimestre un recupero dell’artigianato con + 25 (68 iscrizioni – 43 cessazioni), e dell’agricoltura con +15 (56 iscrizioni – 41 cessazioni); mentre registrano una leggera flessione il commercio con – 19 ( 60 cessazioni – 41 iscrizioni) e le costruzioni – 11   ( 24 cessazioni – 13 iscrizioni).

Nell’analisi della forma giuridica da evidenziare la nascita di 33 società di capitali a fronte di una cessazione di 4 che denota una tendenza a costituire imprese più strutturate e la nascita di 201 imprese individuali, che rappresentano circa l’80% del totale delle iscrizioni fronte di 170 cessazioni.

Il secondo trimestre del 2011 si chiude sostanzialmente positivo, dichiara il Presidente della Camera di Commercio Liborio Gulino, anche se si confermano per intero tutte le preoccupazioni espresse in questi mesi sulla tenuta del sistema imprenditoriale ennese che risulta notevolmente indebolito dal perdurare della crisi economica e congiunturale che ha colpito il Paese e che nella nostra realtà sta avendo effetti e ripercussioni devastanti sulle imprese e sull’occupazione.

About Post Author

Related posts