PIETRAPERZIA: MINACCIAVA L’EX MOGLIE CON UNA PISTOLA. ARRESTATO DAI CARABINIERI UN INCENSURATO QUARANTANOVENNE DEL POSTO.

Print Friendly, PDF & Email

I militari della Stazione di Pietraperzia, dipendenti dalla Compagnia di Piazza Armerina, hanno tratto in arresto nella tarda serata di ieri, in flagranza di reato, BUTTIGLIERI Filippo, nato a Caltanissetta ma residente a Pietraperzia, separato, operaio, per minaccia grave, detenzione e porto abusivo di arma con matricola abrasa e relative munizioni (art. 339 – 612 – 697 e 699 Codice Penale).  L’uomo, separato dalla moglie G. R., nativa di Enna ma residente a Pietraperzia, nella serata di ieri si sarebbe recato proprio presso l’abitazione dell’ex moglie ed, al culmine di una discussione per motivi riconducibili alla loro separazione, l’avrebbe minacciava di morte anche mediante l’utilizzo di una pistola. La donna riusciva a contattare i militari dell’Arma pietrina che, repentinamente giunti sul posto, constatando la presenza dell’arrestato, lo hanno dapprima calmato e poi perquisito. La perquisizione nell’autovettura del BUTTIGLIERI dava esito positivo in quanto i Carabinieri rinvenivano una pistola a tamburo cal. 38 special, marca cobra colt’s pt.f.a.mfq00 hartford conn Usa, con matricola abrasa e con inseriti nel tamburo nr. 6 (sei) cartucce cal. 38 special g.l.f. di cui una a punta piatta. L’arma e le munizioni sono state poste sotto sequestro penale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arrestato, a conclusione dell’attività investigativa ed espletate tutte le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Enna a disposizione della competente A. G. per la convalida. Sono tuttora in corso indagini per risalire all’origine delle armi ed al loro reale utilizzo. L’attuale attività rientra nel controllo del territorio, compito primario e precipuo per i militari della Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina.

Related posts