AIDONE: POCO O NULLA PER LA VALORIZZAZIONE DELLA VENERE DI MORGANTINA

Print Friendly, PDF & Email

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa del gruppo Alessi, Lo Monaco:Estremo disinteresse da parte del Sindaco Gangi e di tutta la maggioranza per la promozione del nostro territorio. A parlare sono i fatti: siamo quasi alla vigilia della festa di San Lorenzo ed ancora non si vede nessun programma estivo o se dovesse apparire, sarà sicuramente privo di sostanza.  Non un’iniziativa atta a promuovere la famosa  Dea di Morgantina, ma l’amarezza maggiore scaturisce dal fatto che in altri comuni, lontani e meno lontani, al contrario dei nostri amministratori sponsorizzano la Dea in occasioni particolari: a Taormina (ME) le hanno dedicato il Gran Galà “Bentornata dea di Morgantina” a cura della stilista Mariella Gennarino

con l’intento di attirare l’attenzione di quanti più occhi per poi visitare il Museo di Aidone e con la consegna del premio “Dea di Morgantina” ad imprenditori, politici e giornalisti distintosi nella loro attività; ad Erice (TP) viene dedicato un’intero programma estivo alla Dea di Morgantina che si concluderà con la premiazione  tramite la consegna di una statuetta in argento della Dea di Morgantina; a Catania in una nota pasticceria del centro esistono già dei dolcini a forma di Dea di Morgantina ed il gelato dello stesso gusto e colore (pietra calcarea) della Dea; ecc..
Come può questo Sindaco e questa maggioranza (minoranza) che lo appoggia trascurare un reperto archeologico che ha rappresentato nel mondo la nostra storia, la nostra cultura e che merita tutto il rispetto e la massima venerazione.
La nostra economia, da tanto tempo in agonia, è ormai al collasso. I nostri giovani talenti: musicisti, sportivi, artigiani, artisti vari, ecc… sono esclusi da ogni pensiero dell’Amministrazione comunale. Sarebbero bastati quei famosi 20.000 Euro dati alla pseudo cantante del 17 Maggio per allietare un’intera estate ed ogni angolo del paese con i nostri complessini e musicisti locali.
Un Sindaco politicamente insensibile,  barricato e blindato sempre in una stanza del Municipio,    a suo modo di vedere non legato alla poltrona ma  ligio al dovere, atto ad onorare il mandato legislativo di 5 anni, eletto con 1400 voti ed appoggiato inizialmente da 9 consiglieri comunali. Attualmente sostenuto solo da 5 consiglieri comunali, sicuramente validi ma in tutt’ altro contesto lontano mille miglia da quello  attuale, ormai del tutto snaturato: sommando le preferenze dei 5 consiglieri si arriva solamente a 513 voti. Sommando le preferenze di chi sta all’opposizione (10 consiglieri) si arriva a 1031 voti. Quanto sopra sta a significare, sulla carta, che su circa 6 Mila abitanti Aidonesi 4 Mila vogliono che questo Sindaco vada a casa, ma in realtà è tutto il paese che dice  basta a questa umiliazione.
A questo punto signor Sindaco la invitiamo a fare un’attenta riflessione e, se vuole la dimostrazione di quanto prima detto, siamo pronti a mobilitarci per  una  raccolta di firme contro il suo modo di governare la città di Aidone.

Gruppo Consiliare Alessi Lo Monaco

 

Related posts