RALLY DI PROSERPINA 2011: IL PILOTA BRESCIANO SI AGGIUDICA COSÌ IL GIRONE A, ALLO SFORTUNATO MICHELINI, QUELLO “B”

Print Friendly, PDF & Email

Con una condotta di gara guardinga ed approfittando dell’uscita di strada della Focus WRC di Michelini, vincitore delle prime sette prove speciali, la Citroen C4/WRC di Luca Pedersoli e Matteo Romano si è aggiudicata la 26° edizione del Rally di Proserpina, prova conclusiva dei due gironi nei quali si articola il Trofeo Rally Asfalto 2011. Con questo risultato il pilota della Magneti Marelli si è aggiudicato il Girone A con 20 punti, che diventano il bottino di partenza in vista delle due gare conclusive a gironi unificati di Sanremo e Como.  “Se c’era un jolly da pescare, forse avrei preferito giocarlo al Sanremo – è stato il commento alla gara di Luca Pedersoli – ma dopo i problemi nella fase d’avvio la vittoria sembrava proprio fuori dalla nostra portata. Le sorprese, però, in una gara dura e complessa come questa sono sempre dietro l’angolo, ed in questo caso piacevolissime”.
Delusione invece per Michelini, dominatore della gara fino all’uscita di strada nella prova “Scifitello”, quando ormai aveva accumulato quasi 1’20” su Pedersoli ed oltre 2 minuti su Cavallini e Fontana Junior, con quest’ultimo penalizzato da una foratura. Le ultime emozioni erano per la piazza d’onore, con Cavallini che rintuzzava l’ultimo assalto di Fontana ed i tre si presentavano nell’ordine sul podio posto in riva al lago di Pergusa.
Con il risultato siciliano Pedersoli si è confermato leader del Girone A, mentre il “B” si è concluso con tre piloti: Michelini, Cavallini e Fontana appaiati a quota 16. Alcuni attesi protagonisti del T.R.A. e tra questi Re, Di Benedetto, Bianco, Vedelago e Lanza, ai quali ai fini del campionato bastava scendere dalla pedana di partenza, abbandonavano già nel trasferimento verso lo start della prima prova. Fuori gara per due uscite di strada sia La Barbera che Davide Caruso, la quarta posizione è stata così appannaggio di un altro equipaggio locale, quello di  Rosso-Turra, alla prima esperienza con la Peugeot 207 S2000, davanti alla vettura gemella di Vellani ed alla Mitsubishi di Belli.

La classifica: 1. Pedersoli-Romano (Citroen C4 WRC) in 1.31’12”0; 2. Cavallini-Farnocchia (Subaru Impreza) a 1’51”8; 3. Fontana C.-Arena (Mini Cooper) a 2’44”6; 4. Rosso-Turra (Peugeot 202 S2000) a 7’26”0; 5. Vellani-Amadori (Peugeot 207 S2000) a 7’32”5; 6. Belli-Ialungo (Mitsubishi Lancer Evo X) a 9’21”6; 7. Frattalemi-Cancaro (Renault Clio RS) a 10’38”7; 8. Gubertini-Fabbian  (Suzuki Swift) a 12’23”7; 9. Arati-Boni (Suzuki Swift) a 13’13”1; 10. Caruso G.-Marzo (Renault Clio R3) a 13’40”3.
Classifica Girone A: 1. Pedersoli-Romano punti 20; 2. Re-Bariani (Citroen C4) punti 18; 3. Di Benedetto-Michelet (Peugeot 207 S2000) 9; 4. Barchi-Gualtieri (Mitsubishi Lancer Evo IX) 8.
Classifica Girone B: 1. Michelini-Perna (Citroen C4-Ford Focus) punti 16; 2. Cavallini-Farnocchia (Subaru Impreza WRC) 16; 3. Fontana Corrado (Mini Cooper Wrc) 16; 4. Vellani-Amadori (Peugeot 207 S2000) 11; 5. Belli (Mitsubishi Lancer Evo X) 7.

Related posts